Imu e Tasi: chi paga, come e quando. Aliquota invariata rispetto al 2014

PISA – Imu e Tasi si pagheranno con le stesse aliquote del 2014, saldo con conguaglio il 16 dicembre.

Per la Tasi sono confermate le esenzioni e detrazioni per 30mila famiglie. Da lunedi sul sito www.sepi-pisa.it il calcolatore e la guida informativa di Sepi.

soldi euro

Imu e Tasi 2015: “Per la prima rata si pagherà con le aliquote del 2014, con le stesse esenzioni e detrazioni di cui l’anno scorso hanno beneficiato oltre 30mila famiglie. – spiega l’assessore al bilancio Serfogli – Eventuali modifiche che verranno effettuate (a giugno la delibera con le aliquote 2015 approda in consiglio comunale per l’approvazione) saranno poi oggetto di conguaglio con la seconda rata di dicembre”.

Chi paga cosa. Prima casa (non di lusso): si paga la Tasi e non si paga l’Imu. Seconda casa e altri immobili: il proprietario paga l’Imu e non la Tasi. Esenzioni per gli inquilini che non dovranno pagare la Tasi (erano 13mila nel 2014). Esenzioni e detrazioni (tra 70 e 190 euro) anche per le prime case dalla rendita catastale minima (erano circa 20mila nel 2014)

Come e quando si paga. Imu e Tasi devono essere pagate in due rate utilizzando il modello F24: il primo acconto, corrispondente alla metà di quanto dovuto, dovrà essere versato entro il 16 giugno mentre per il saldo c’è tempo sino al 16 dicembre.

Strumenti per fare il conto. Ferma restando la libertà di ciascuno di rivolgersi al proprio Caf o commercialista di fiducia, l’importo esatto del tributo da pagare può essere conosciuto anche inserendo i dati relativi alla propria abitazione nel calcolatore ad hoc che sarà consultabile sul sito della Sepi (www.sepi-pisa.it) entro lunedì 1 giugno

You may also like

By