In Piazza Garibaldi apre i battenti il Casino dei Nobili

PISA – Non poteva esserci data migliore del 15 febbraio per presentare agli Organi ‘informazione il ristrutturato “Casino dei Nobili” posto in Piazza Garibaldi, con ingresso da Borgo Stretto in quanto la stessa coincide con la nascita, nel 1564, del nostro prestigioso concittadino Galileo Galilei.

di Giovanni Manenti

È in corso di svolgimento infatti lla terza edizione delle “Giornate Galileiane“, fortemente volute dalla nuova Amministrazione Comunale, nonché per il fatto che è stata altresì l’occasione per la presentazione di “TRASPAR3NT“, una nuova piattaforma digitale che proprio nel Casino dei Nobili trova la propria sede ed uffici, visto che la ristrutturazione dell’immobile – compreso lo splendido “Salone delle Feste” che, coincidenza per coincidenza, venne inaugurato il 15 febbraio 1788 all’epoca dei Lorena – è stata eseguita dalla stessa Società con mezzi propri.

Di questa riapertura, che, fra l’altro, proprio ieri pomeriggio ha ospitato la premiazione delle migliori opere del contest “Galileo Galilei fra Arte e Scienza“, non può che essere soddisfatto l’Assessore al Commercio e Turismo Paolo Pesciatini, il quale ha tenuto a sottolineare: “Si tratta di un’opportunità strategica per tutta quanta la nostra città che da tre anni organizza le “Giornate Galileiane” che si articolano e diffondono attraverso i luoghi più prestigiosi ed accattivanti di Pisa, un evento che non abbiamo voluto sospendere pur in presenza del perdurare dell’emergenza sanitaria in atto e che quest’anno abbiamo voluto abbellire con la possibilità di riaprire il Casino dei Nobili a beneficio dei cittadini, dato che trattasi di un sito talmente elegante, nonché importante per la Storia della nostra città“.

Tutte queste coincidenze così significative“, prosegue l’Assessore, “che vanno dalla data di nascita di Galileo, avvenuta il 15 febbraio 1564, all’inaugurazione – nello stesso giorno, nel 1788 – del Salone delle Feste e quindi alla riapertura odierna, non possono che rappresentare anche un segnale di speranza per un prossimo futuro, già a partire da ieri con il controtenore Alessandro Carmignani che proprio nel citato Salone, in occasione della premiazione dei vincitori del Concorso “Galileo Galilei tra Arte e Scienza”, ha eseguito con il suo gruppo “Pisa Early Music” l’opera “In Exitu Israel” composta dal padre di Galileo, Vincenzo, ed è pertanto da questo 15 febbraio 2021, in un’ottica ottimistica per il domani, che intendiamo ripartire, mettendo a disposizione di turisti e cittadini il godimento di un luogo che permette di accrescere ed approfondire la conoscenza e la Storia di una città così importante come Pisa“.

Ed il fatto che TRASPAR3NT abbia scelto Pisa come sua Sede e centro di sviluppo della propria Piattaforma Digitale“, conclude Pesciatini, “non fa altro che dimostrare come la nostra Città rappresenti un concentrato di meraviglie e di conoscenze , così che vi sono tutti quanti i presupposti affinché possa davvero diventare un ecosistema dell’innovazione tecnologica“.

Cosa abbia spinto TRASPAR3NT a scegliere Pisa come suo luogo di riferimento per il proprio progetto, lo spiega a chiare note Federico D’Annunzio, fondatore e CEO della Società in questione, allorché precisa come: “si tratti di un’idea nata sulla base della mia esperienza internazionale come attività d’impresa non solo in Italia, ma anche di manufactoring e commercio in diversi Paesi esteri, e poiché ho acquisito una particolare competenza nel settore dell’innovazione ho deciso di mettere a disposizione la stessa in un ambito a me sconosciuto quale quello dell’informatica, convinto come sono che vi siano molte possibilità di migliorare l’efficienza del sistema globale e per fare ciò si devono sviluppare nuove tecnologie, così che TRASPAR3NT si prefigge di sviluppare queste ultime in ambito digitale ed, in particolare, sta costruendo una piattaforma globale e di collaborazione che intende rivolgersi alle Imprese, Aziende, Istituzioni, Banche, Pubblica Amministrazione ed a chiunque abbia un’attività consentendo di interagire tra di loro, attraverso quella che è la nostra vocazione di scoprire la verità all’interno dei dati e renderla disponibile, in termini automatici, sicuri, trasparenti e, conseguentemente, etici“.


“La scelta di Pisa per l’avvio di questo progetto“, prosegue il Dott. D’Annunzio, “è stata per noi un qualcosa di scontato, vista la presenza in città di tre Università e svariati Istituti di Ricerca, trattandosi di un luogo straordinario dal punto di vista della conoscenza paragonabile a realtà internazionali quali Stanford, Oxford e Cambridge, una caratteristica che, nel nostro caso, ci ha altresì consentito di riportare a Pisa molti talenti che vi avevano studiato e che erano stati costretti a trasferirsi altrove, non solo in Italia, ma anche in Inghilterra e Svizzera, quando, viceversa, avevano una altissima preparazione professionale in quanto formati nel loro percorso universitario da valenti Docenti“.

Mentre per quel che concerne il Casino dei Nobili come nostra Sede“, conclude il CEO di TRASPAR3NT, “tale scelta è dettata dal fatto che riteniamo Pisa abbia un problema di “massa critica”, intendendosi per tale il fatto di avere a disposizione un potenziale più grande di quello che riconosce in sé stessa, ragion per cui vi era bisogno di un intervento iconico, così da dare la dimostrazione che, lavorando ed investendo, è possibile fare un salto di qualità, attraverso un paradigma che sostiene che se vuoi creare una startup, lo fai in uno dei luoghi più belli della città e cerchi di coinvolgere tutte le istituzioni, le Imprese e fare in modo tale che collaborino fra di loro, oltre a mettere a disposizione dei cittadini e dei turisti l’immobile per visite guidate da svolgersi nel fine settimana, ogni sabato e domenica dalle ore 15:00 alle 18:00, al fine di ammirare non solo il celebre Salone delle Feste, ma anche la parte superiore che credo non sia mai stata vista sino ad ora“.

Loading Facebook Comments ...
By