In settimana prossima i primi colpi del nuovo Pisa. Mbakogu: sogno possibile, per Perez si va verso le buste

PISA – Tempo di calciomercato per il Pisa, c’è da ricostruire un organico dalle fondamenta ed i primi nomi che rimbalzano sono importanti. Si cercano giocatori pronti e di categoria, dei legionari da mettere a disposizione del nuovo mister, Piero Braglia.

Comincia a prendere forma, almeno nelle linee guida da seguire, il nuovo Pisa della triade Vitale-Melani-Orlandini. Tutti uomini di calcio, grandi professionisti, insomma uno staff tecnico come probabilmente non si era mai visto all’ombra della Torre Pendente.

Entro domani sera andranno decise le comproprietà, che per i nerazzurri riguardano i cartellini di Pellegrini, Perez , Forte e Paccagnini. Per il primo la situazione rimane molto nebulosa, dato che il Viareggio proprio in questi giorni sta vivendo il passaggio di proprietà da Dinelli ad un misterioso petroliere venezuelano affiancato da due personaggi in passato accostati anche al Pisa: Carpina e Filippelli.

Riguardo a Forte e Paccagnini, si potrebbe propendere per il rinnovo della compartecipazione con permanenza nell’ultima società di militanza, mentre quella di Leonardo Perez è la situazione più ingarbugliata: sia il Pisa, dove Mister Braglia non ha mai fatto mistero di apprezzarlo, sia il Cittadella, vorrebbero tenerlo, quindi all’orizzonte si materializza l’incognita delle buste.

Per quanto riguarda i nomi in entrata, già la prossima settimana potrebbe aprirsi con qualche annuncio. Sembrano avvicinarsi gli esperti Contini, Mezavilla e Ferrari. I primi due arriverebbero dalla Juve Stabia a parametro zero, visto che il loro contratto con i campani scade il 30 giugno, mentre l’attaccante, nell’ultima stagione allo Spezia in prestito, si libererà a fine mese dal Verona.

In questi giorni sono usciti anche i nomi di Moro (Empoli), Buzzegoli (Novara), Baldanzeddu (Spezia), Pratali (Empoli), tutti elementi importanti che fanno capire il repentino cambio di rotta voluto dalla società del Presidente Battini, che ricordiamo, più di una volta, non ha escluso possibili novità nell’organigramma societario, non chiudendo la porta all’ingresso di nuovi soci ed anzi facendo capire che qualcosa sta bollendo in pentola.

Il grande sogno però si chiama Jerry Mbakogu, attaccante nell’ultima stagione al Carpi, ma lanciato proprio da Piero Braglia all’inizio della sua esperienza alla Juve Stabia. Un calciatore in grado di spostare gli equilibri in Serie B, che in Lega Pro potrebbe diventare devastante. Per ora filtrano ancora pochissime notizie, ma l’affare non sembra impossibile. Il ragazzo potrebbe essere prelevato dal Carpi e poi lasciato in prestito ai nerazzurri.

20140605-235337.jpg

By