Inaugurato percorso didattico dei rifiuti al Centro Raccolta di Putignano

PISA – Inaugurato presso il Centro Raccolta Rifiuti GEOFOR di Putignano, un percorso didattico teso a sensibilizzare la cittadinanza, attraverso visite guidate per le scolaresche, ma disponibile anche per tutti coloro che desiderino informarsi sul tema, su quelle che sono le regole da rispettare per un sempre miglior utilizzo della raccolta differenziata, fedeli allo slogan delle “4 R“, ovvero “Riduco, Riuso, Riciclo, Recupero“.

di Giovanni Manenti


Chiaramente soddisfatto per aver completato questo iter l’Assessore alle Politiche per l’Ambiente del Comune di Pisa Filippo Bedini, che così commenta: “Finalmente, dopo anni durante i quali abbiamo iniziato a pensare al progetto e quindi a concretizzarlo, questa mattina possiamo inaugurare il percorso didattico che rappresenta uno strumento fondamentale nell’ottica di un miglioramento nella qualità della differenziazione e che segue quanto già lanciato nelle Scuole con il “Progetto Scarty” che aveva riscosso un grandissimo successo e che purtroppo si è dovuto sospendere per l’emergenza sanitaria, unitamente ad un’altra iniziativa prospettata assieme a GEOFOR ed all’Università di Pisa, indirizzata verso gli studenti provenienti da altre città“.

Quello di oggi – prosegue Filippo Bedini, rappresenta il tassello più importante, in quanto crea una zona che può essere meta di scolaresche, ma anche di visite da parte di privati cittadini in un’area recuperata da un degrado che per decenni ha funestato il parcheggio posto davanti al Centro di Raccolta e che abbiamo chiuso con un bellissimo cancello in materiale riciclato, restituendola al decoro urbano e che ci auguriamo possa divenire prima possibile un punto di riferimento sia per i bambini che per i loro genitori, magari approfittando del fatto di dover portare degli ingombranti al Centro di Raccolta, al fine di trascorrere un po’ di tempo ed imparare meglio quello che non è scontato per tutti“.

Al riguardo“, conclude l’Assessore, “cito ad esempio che nel Multimeteriale non va la plastica dura, come i giocattoli od una gruccia, ma soltanto gli imballaggi leggeri, che uno specchio, anche se di vetro, non deve essere conferito nel vetro perché contiene altre sostanze che devono essere poi divise e quindi, migliorando la qualità del conferimento, la percentuale di differenziata aumenta, il prodotto è più pulito, richiede meno lavorazioni, con conseguenti vantaggi sia sotto il profilo ambientale che economico e consente che vi siano delle ricadute estremamente positive per i cittadini, poiché aumentando la differenziata gli stessi si troveranno a beneficiare di una riduzione della TARI; dettaglio quest’ultimo tutt’altro che trascurabile, ma che parte dal presupposto che occorre arrivare a conferire perfettamente i vari rifiuti in modo che possano essere puliti al momento in cui vengono riciclati“.

By