Inaugurato il presidio della Polizia Municipale in Viale Gramsci a Pisa

PISA – Non ha mancato di fare notizia l’inaugurazione ufficiale del Presidio di Polizia Municipale avvenuta questa martedi 19 febbraio e posto in Viale Gramsci accanto alPunto SNAI” di scommesse sportive, nei pressi della Stazione Ferroviaria, vista la larga presenza degli organi di informazione, compresa anche una troupe di Rai 3.

di Giovanni Manenti 

GUARDA L’INTERVISTA A MICHELE CONTI 

Un’operazione portata a termine nei termini che la nuova Giunta aveva indicato e fortemente voluta dall’Assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno, quale ulteriore iniziativa tendente ad eliminare il degrado in una delle zone nevralgiche della città e resa possibile attraverso un accordo sottoscritto con il Dr. Maurizio Ughi, Presidente di SNAI Spa.

GUARDA TUTTE LE FOTO

 

Ovviamente soddisfatto il Sindaco Michele Conti, che così ha commentato l’evento: “Con l’inaugurazione di questo punto crediamo di poter risolvere le problematiche della micro criminalità in questa area, visto che lo stesso sorge sull’asse pedonale che collega la Stazione ferroviaria al centro storico, ed avere pertanto aperto un presidio di Polizia Municipale riteniamo possa essere un valido deterrente alle attività delinquenziali della zona, il che va di pari passo anche con l’avvenuta riqualificazione della zona antistante la Stazione, con il posizionamento delle nuove fioriere e lavori di pulizia urbana”.

 

GUARDA L’INTERVISTA AL COMANDANTE STEFANELLI 

“Per ciò che riguarda la dotazione della Polizia Municipale delle pistole taser”, prosegue il Primo Cittadino, “anch’essa fa parte del progetto di lotta alla criminalità, in quanto vogliamo avere una forza che funzioni con strumenti di lavoro adeguati atti a presidiare al meglio il territorio, desiderando altresì precisare come si stiano ultimando le prove del concorso per l’assunzione di nuove unità e, pertanto, entro il corrente anno potranno prendere servizio altri Vigili Urbani per il potenziamento del Corpo”.

“Il prossimo passo, conclude Conti, sarà costituito da ulteriori investimenti che partiranno a breve e che prevedono l’installazione di telecamere di ultima generazione ed il potenziamento dell’illuminazione, per poi approvare il nuovo Regolamento di Sicurezza Urbana che, una volta superato l’iter delle Commissioni Consiliari e la conseguente delibera consiliare, consentirà l’effettiva dotazione delle ricordate pistole elettriche agli agenti di Polizia Municipale, anche se tutti i nostri sforzi potranno rivelarsi inutili se, come ho chiesto ieri direttamente al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, in visita alla Scuola Sant’Anna, non si riuscirà nel nostro Paese a coniugare la certezza della pena al reato commesso, in quanto con le norme attuali coloro che vengono sottoposti a fermo di polizia poi escono di galera piuttosto rapidamente, con ciò vanificando in parte le azioni di sorveglianza messe in atto”.

Quello delle pistole taser è un tema affrontato anche dal Comandante dei Vigili Urbani Michele Stefanelli, dopo che lo stesso ha precisato: “L’apertura di questo presidio va vista nell’ottica di andare incontro ai cittadini applicando il principio della prossimità, ovverossia laddove vi è una maggiore necessità, noi proviamo ad aumentare la sorveglianza e l’apertura di questo presidio va inquadrata in tale direzione, precisando come lo stesso sia a disposizione anche delle altre Forze dell’Ordine alle quali consegnerò già quest’oggi le relative chiavi, codificando altresì delle fasce orarie per informare le persone quando potranno venire a fare eventuali segnalazioni, nel mentre il personale è in servizio al momento dalle ore 8 alle 22, per poi aumentare l’orario sino alle 1 di notte durante il periodo estivo” “In merito alla prospettata dotazione delle pistole elettriche”, conclude Stefanelli, “essendoci una norma che lo prevede noi accettiamo la sfida, nel senso che, previa formazione adeguata, in quanto si tratta di una questione molto delicata, siamo disponibili al relativo utilizzo, intendendo peraltro chiarire che per noi ogni strumento che ci viene fornito è finalizzato al rendere un migliore servizio possibile per la tutela dei cittadini e non certo come strumento di aggressione verso chicchessia”.

By