Incendio a Vicopisano. Tutto sotto controllo. Ultima fase di spegnimento poi bonifica. Le foto

PISA – Il Monte Pisano brucia ancora. La settimana per Vicopisano e’ inziata purtroppo con un incendio tra l’incredulita generale.  Personale dei VVF del distaccamento di Cascina e della sede centrale sono intervenuti nel comune di Vicopisano per un incendio di bosco.

Sul posto sono giunti elicotteri della regione e un Canadair. Sono state evacuate dieci famiglie del posto in località Coli.

L’incendio e’ avvenuto in Loc. Gli Scassi a Vicopisano. Il vento per molto tempo ha spinto il fumo verso Pisa. Nello spegnimento dei 230 ettari di pineta hanno partecipato 22 squadre tra operai forestali e volontari del Coordinamento volontariato toscano (CVT), un elicottero della flotta regionale e tre Canadair della Protezione civile nazionale.

Le 10 case evacuate stamattina in località Coli in via precauzionale sono ora sotto la minaccia delle fiamme a causa del peggioramento della situazione dovuta al rinforzo del vento. In località Piticco e Il Capitano è in corso un’altra evacuazione di nuclei abitativi.

Alle ore 15 L’incendio non era ancora sotto controllo e comunque è circoscritto nella zona sopra Vicopisano e non si sta estendendo. Alle ore 17 l’arrivo sul posto del Comandante dei Vigili del Fuoco  Ugo D’Anna e il Prefetto Giuseppe Castaldo.

Secondo le prime ipotesi, sarebbe un abbruciamento di vegetazione fatta partire da un anziano del posto a scatenare l’incendio.

All’imbrunire i mezzi aerei hanno interrotto l’attività di volo che e’ ripresa questa mattina alle prime luci dell’alba Dopo un lungo briefing e’ stato deciso di inviare una squadra i vigili del fuoco a Buti per pianificare l’attività di intervento nella notte.

La situazione relativa all’incendio martedì mattina è sotto controllo anche se l’incendio è sempre attivo. I mezzi aerei in azione sono 2 elicotteri e 3 canadair. I fronti dell’incendio aperto sono, purtroppo, ancora molti sia nella parte alta di Vicopisano che sul versante di Buti. Il fronte apertosi a Lugnano non è ancora sotto controllo, ma l’intervento per spengere il fuoco prima possibile è massiccio. Centinaia di volontari dell’Anticendio Boschivo e i vigili del fuoco, le Forze dell’Ordine, i tecnici del Comune, i volontari di Croce Rossa e Misericordia sono sempre al lavoro sia per presidiare il territorio sia per tutelare i cittadini e prendersene cura.  Resta aperto il COC-Centro Operativo Comunale, raggiungibile per informazioni e segnalazioni al numero 050/796526.  Resta in vigore l’ordinanza di evacuazione del Sindaco Juri Taglioli (disponibile, con tutti gli aggiornamenti dal 25 febbraio, suwww.viconet.it) e di chiusura di alcune strade fino a nuova comunicazione. Riepiloghiamo qui i punti salienti: 1) evacuazione di tutti gli edifici e gli immobili, fino a nuova disposizione, a Vicopisano in località Coli, Le Mandrie, Piticco, Romitorio, Novaia, Campo dei Lupi, case sul Monte sopra località Noce (strada dei Cipressi/Podere Purgatorio), case sul Monte sopra località Lugnano (zone Cocomero, Batillo); 2) chiusura al traffico e divieto di circolazione in: – Via della Verrucca (escluso residenti e operatori antincendio); – via di San Jacopo a partire da località La Torre; – Via di Panieretta (località Campo dei Lupi); – Via Battisti a Lugnano (dal cimitero).  Nuovo aggiornamento nel corso del pomeriggio del 26 febbraio, anche in merito alle scuole (oggi 26 febbraio è stata sospesa l’attività didattica in tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio) e alla situazione delle zone evacuate.

PRECISAZIONI. “I vigili del fuoco tengono a precisare, visto le dichiarazioni che sono comparse sui giornali rilasciate dal signor Mario Abbondanza, la telefonata è stata effettuata alla SO 115 dal Sig. Abbondanza alle ore 9.57 e la squadra del distaccamento di Cascina è arrivata sul luogo dell’intervento alle ore 10.13. Ovviamente tutto questo è registrato e a disposizione dell’autorità giudiziaria”.

 

By