Incidenti stradali in calo, ma aumentano le vittime

PISA – Il notevole incremento della mobilità, determinata dai flussi di traffico che, in particolare nei fine settimana, interessano il sistema viario lungo le direttrici da e per i luoghi di villeggiatura e, nelle fasce serali e notturne, verso i luoghi di ritrovo soprattutto dei giovani

impone un’implementazione della rete istituzionale tra tutti gli Enti ed Organi competenti, al fine di promuovere congiuntamente efficaci interventi, come la previsione di un rafforzamento dei servizi di controllo e vigilanza stradale, la riorganizzazione di quelli di soccorso e assistenza agli utenti della strada, l’impiego di elicotteri, oltre agli interventi strutturali per la messa in sicurezza di alcuni tratti stradali.

Questa la problematica all’attenzione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato oggi dal Prefetto Francesco Tagliente, al quale, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia, hanno partecipato il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per la Toscana Michele La Fortezza, i rappresentanti della Provincia, dei Comuni, delle strutture sanitarie e dei servizi di emergenza, dei Vigili del Fuoco, della Direzione Territoriale del Lavoro, del Compartimento Anas, della Motorizzazione Civile, dell’Aci e delle società Concessionarie S.A.L.T. e Autostrade per l’Italia.

Nel corso del Comitato è stato deciso di potenziare l’attività istituzionale di controllo e vigilanza sulle strade, per prevenire e contrastare i comportamenti di guida più pericolosi e garantire la fluidità e la sicurezza della circolazione. È stato poi stabilito che l’azione delle Forze di Polizia Stradale si rivolgerà in particolar modo alla verifica delle condizioni psico-fisiche dei conducenti, del rispetto dei limiti di velocità e delle disposizioni sui tempi di guida e di riposo dei conducenti dei veicoli commerciali, come pure della piena efficienza dei mezzi adibiti al trasporto professionale di passeggeri, il cui transito si incrementa nella stagione estiva.

Sono state inoltre decise le azioni coordinate del soccorso stradale e dell’assistenza agli utenti della strada, mediante l’impiego di Vigili del Fuoco, di personale dell’Anas, delle Società concessionarie autostradali, delle strutture sanitarie e di emergenza, nonché delle articolazioni locali della Protezione Civile dislocate in prossimità dei tratti stradali a maggior rischio.

Per l’attività di ricognizione ad ampio raggio e l’acquisizione tempestiva delle notizie sull’evoluzione del traffico è stato disposto l’impiego degli elicotteri dei Reparti Volo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.
Nel corso del Comitato i rappresentanti dell’Osservatorio Provinciale per la Sicurezza Stradale hanno fornito i dati elaborati durante le riunioni operative.

Al riguardo, l’ing. Maria Carmela Iaconis, responsabile per la sicurezza stradale della Provincia di Pisa, ha illustrato le potenzialità del sistema SIRSS per la rilevazione dei dati relativi ai sinistri, con danni alle persone, verificatisi nel 2012 e segnalati dalle Polizie Municipali.

Per quanto concerne l’andamento della sinistrosità il prefetto Tagliente ha evidenziato che, a livello nazionale, sulla base di una stima preliminare, nel 2012 vi è stata una riduzione del fenomeno infortunistico (-10,2% di incidenti stradali, -5,4% di vittime e -10,8% di feriti).

Il Dirigente della Sezione di Polizia Stradale, Pietro Ciaramella, ha invece rilevato che nel 2012, nella Provincia di Pisa, gli incidenti sono diminuiti dell’8,6% rispetto all’anno precedente ( passando da 1781 a 1640), i feriti nono calati del 37% (da 2453 a 1791) mentre si registra un aumento del 13,5% degli incidenti mortali (passati da 32 a 37, sei dei quali classificati “autonomi”, ovvero originati da improvviso malore del conducente e quindi non riconducibili alla sicurezza stradale).

Il Comandante della Polizia Municipale di Pisa Massimo Bortoluzzi ha evidenziato che restano critiche le condizioni della sicurezza della circolazione all’incrocio della FI-PI-LI con la via del Mare, in località San Piero a Grado, dove si sono verificati 12 incidenti nel 2012 e 6 nei primi mesi di quest’anno.

Al riguardo il Prefetto comunica di aver sollecitato ed ottenuto, anche se solo in parte, il rispetto degli impegni assunti in occasione del Comitato del 7 febbraio 2013 dall’ing. Mauro Coletta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Sul punto il responsabile del Compartimento ANAS Antonio Mazzeo ha comunicato che in giornata verrà firmato il passaggio del tratto di strada in questione da ANAS alla SALT.

Il Comandante del Compartimento Polizia Stradale di Firenze, Michele La Fortezza, a conclusione della riunione ha sottolineato l’importanza del coordinamento di tutte le componenti, coinvolte a vario titolo, nelle attività dirette a garantire la sicurezza ed il soccorso, evidenziando la necessità che le attività di contrasto ai comportamenti scorretti alla guida siano accompagnate da un’azione di prevenzione e di educazione rivolta in particolare ai più giovani.

Fonte: Prefettura di Pisa

20130710-181705.jpg

You may also like

By