Infatuazione Significato

PISA – A chi di voi non è mai capitato di sentire il classico colpo di fulmine? Un’attrazione improvvisa per una persona conosciuta per caso, o anche vista solo per un istante di sfuggita?

Di questi argomenti mi trovo spesso a parlarne sul mio portale nella sezione Saggi sull’Amore

Probabilmente, non si tratta di amore vero e proprio, ma di un’ infatuazione che, passeggera o meno, potrebbe portarti a percepire, anche solo per un attimo, le classiche farfalle nello stomaco.

Diventerà amore prima o poi, sfociando in una relazione? Vediamo insieme che cos’è l’infatuazione, tanto vigorosa quanto momentanea.

Amore e Innamoramento

Quando si parla di infatuazione, si tratta di quel momento in cui riversi una serie di emozioni verso un ragazzo o una ragazza, talvolta anche una persona più grande, un’attrazione estremamente forte che si scatena in un solo istante e che può cambiare tutto.

  • Tuttavia, è opportuno anche ricordare che questo fenomeno si manifesta specialmente nei giovani e giovanissimi, quando non si è ancora esperti per quanto concerne il mondo delle relazioni e dell’amore, motivo in più per trattare questo argomento.
  • Questa forte carica emotiva, quasi assoluta, potrebbe non essere destinata a durare a lungo: potrebbe essere un fuoco fatuo, dovuto ad una serie di possibili concause; è possibile definirlo, inoltre, come un momento estremamente poetico, volendo esplorare il complesso e tutt’altro che conosciuto territorio del cuore. Spesso, si sente dire che l’infatuazione è determinata da una caratteristica esclusivamente fisica; facciamo un esempio, anzi, l’esempio più classico.

Avete mai sentito dire che un pendolare si innamora svariate volte al giorno? Non è del tutto esatto, si tratta di infatuazione, basta vedere una persona molto bella secondo i propri gusti, sentire una voce soave o notare un dettaglio che magari sfuggirebbe a chiunque altro.

Una fase iniziale passeggera o il preludio di qualcosa di solido?

Certo, tutto questo potrebbe essere soltanto un momento passeggero, una riflessione che sfugge dopo pochi secondi, ma potrebbe essere anche differente: magari scegli di parlare a quella ragazza vista sul treno o di chiedere a quel barista molto carino di fare due chiacchiere dopo il lavoro.

L‘infatuazione potrebbe portare chiunque a tendere ad avere un pensiero fisso per quella specifica persona, oppure a sperimentare la più classica cotta, man mano che passa il tempo e che si conosce la stessa.

Ma nulla, a livello emotivo, può essere considerato casuale, affatto: essere infatuati , come una serie di altre circostanze, può essere considerato come la scintilla provocata dall’ardente bisogno di un cambiamento, per le cause più svariate e naturali.

Qualche considerazione, vediamole ad una ad una

  1. Magari, una maggiore autostima potrebbe portare chiunque a pensare di non essere più un brutto anatroccolo e di poter avere un’opportunità con quella persona che si vede sempre ogni mattina, quel desiderio nascosto cui non hai mai dato un seguito, di qualunque tipo.
  2. Ciò che ti fa sentire imbarazzato e toglie il fiato, ma che può anche, inevitabilmente, portare a grandi delusioni, come essere respinto, anche senza alcuna delicatezza.
  3. Nonostante tutto, però, il tempo a disposizione di chi è molto giovane riesce a lenire quasi tutte le ferite, soprattutto in ambito amoroso, e porta ad una maggiore sicurezza in sé stessi, evitando di crogiolarsi nel dolore di un rifiuto dovuto ad una cotta e nulla più.
  4. Con il passare del tempo, sarà facile distinguere ciò che è una semplice infatuazione, intensa ma quanto mai fugace, dall’amore vero e proprio, in grado di prendere completamente la vostra mente, il vostro cuore ed i vostri pensieri, per ben più tempo ed in ben altro modo, provando qualcosa di completamente nuovo ed entusiasmante.
  5. Soprattutto, quanto troverete qui non è dettato da ricerche scientifiche, ma da una serie di esperienze personali ed idee comuni a molti nel corso del tempo.

Sebbene l’infatuazione nasca, generalmente, da un’attrazione fisica, può anche riferirsi ad una serie di dettagli, come detto poc’anzi.

Cosa succede in questa fase

L’infatuazione ha dei segni caratteristici, quali il desiderio di stare sempre con la persona desiderata, sensazioni negative se non passi del tempo con la stessa, oppure una gelosia sproporzionata, rispetto alle circostanze nelle quali si vive.

Talvolta la pulsione legata all’aspetto fisico risulta essere un’arma a doppio taglio: tanto forte quanto priva di basi solide, dato il rischio che tutte le emozioni siano legate solo alla bellezza della persona, portando a possibili fraintendimenti, potenziali delusioni e idee sbagliate che vi siete fatti sull’altra persona.

Se l’infatuazione passerà al livello successivo, ossia a quello dell’amore, non dipenderà solo dall’apparenza, ma anche dal carattere della persona per cui si ha una cotta, dal desiderio di passare del tempo insieme, del feeling e dal bisogno di sapere che l’altro stia bene.

Infatti, è possibile che tutto questo possa evolversi, crescere assieme ad un’altra persona se c’è interesse da entrambe le parti, arrivando a piacersi sempre maggiormente con il passare del tempo.

Approfondimento: Infatuazione: lontananza e attrazione fisica

Per quanto detto finora, risulta opportuno specificarvi che passione, cotta ed infatuazione siano cose ben distinte e separate dal vero amore: l’infatuazione può essere decisamente intensa, ma passeggera ed ingannevole, e talvolta risulta difficile discernere l’infatuazione dall’amore, per chiunque, che potrebbe essere collegato al solo ambito fisico, sebbene si possa sentire tutt’altro, secondo sé stessi.

Inoltre, la distanza può portare ad un calo dell’intensità del sentimento, nel caso dell’infatuazione, mentre, per quanto concerne l’amore, potrebbe addirittura rafforzarlo, ma in merito a quest’idea, esistono talmente tante scuole di pensiero che nessuna biblioteca sarebbe in grado di concentrarle tutte insieme.

Non è un caso che Woody Allen abbia detto che il nostro corpo non abbia abbastanza sangue per far funzionare tutti gli organi, ma soprattutto mettere d’accordo cuore e cervello!

By