Influenza in vista, per gli ospiti di Agape è tempo di vaccini

PISA – Stagione di influenza e piccoli malanni alle porte, complice anche il tempo variabile e le ondate di caldo anomale, che porterà “a letto” non meno di 5 milioni di persone in Italia, tra cui molti anziani.

E’ per loro che Gessica Massei, presidente della cooperativa sociale Agape, invita a vaccinarsi. Perché, come spiega, “l’arma più forte è la prevenzione, soprattutto a una certa età”.

L’influenza per gli ospiti della Residenze sanitarie assistite di Agape è un problema molto serio, data la fragilità dell’età. E Massei, guidando la cooperativa che si occupa proprio di queste strutture, lo sa bene. Il vaccino antinfluenzale è indicato per tutti, ma è raccomandato a molti. “L’influenza – si ricorda – è una malattia respiratoria che può manifestarsi in forme di diversa gravità, che in alcuni casi, possono comportare il ricovero in ospedale e anche la morte”. Non solo i bambini piccoli, quindi, ma anche gli anziani sono maggiormente a rischio di gravi complicanze influenzali, come polmonite virale, polmonite batterica secondaria e peggioramento delle condizioni mediche. Così adesso, periodo destinato alla conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale (normalmente da metà ottobre fino a fine dicembre) è bene “ricordare che l’appuntamento con il vaccino è di quelli da non perdere né da far passare in secondo piano”. “Invitiamo pertanto – aggiunge la presidente – non solo i nostri ospiti ma anche i loro familiari a vaccinarsi per essere più tutelati e sicuri di non trasmettere loro, persona speso fragili con difese immunitarie più basse, influenze che possono avere complicanze molto pesanti”.

By