Inseguiti da Santa Maria Monte a Pontedera. Arrestato un romeno

SANTA MARIA A MONTE – Inseguiti da Santa Maria a Pontedera, poi da lì fin quasi a Firenze, sempre in Fi-PI-LI. E’ accaduto nella notte appena trascorsa e alla fine è stato arrestato un 25enne romeno che nella fuga per i campi, dopo aver abbandonato un mezzo rubato, sempre in superstrada, è caduto dall’altro procurandosi alcune fratture e per questo è stato portato al Cto di Careggi per essere operato.

Tutto è nato quando i militari della compagnia di San Miniato hanno scoperto che qualcuno era appena entrati all’interno del Bar Mirio & Giusy, complesso ricettivo lungo la provinciale Francesca, a Ponticelli, nel Comune di Santa Maria a Monte. I ladri si sono accorti che i carabinieri stavano per incastrarli e sono fuggiti a piedi, erano in tre.

Hanno abbandonato il furgone rubato pronto per essere caricato con le slot machine presenti al Neide e dopo la fuga a corsa, sono riusciti a rubare un secondo furgone intercettato verso la Fi-Pi-Li. Dallo svincolo di Montopoli fino a Pontedera dove sono stati raggiunti dai militari della compagnia di Pontedera, chiamati in causa dalla compagnia di San Miniato per creare una sorta di trappola.

Ma chi era alla guida del furgone ha rallentato e ha fatto inversione di marcia riprendendo la fuga in direzione Firenze. A quel punto sono state attivate anche le pattuglie di Empoli. Altri cinquanta chilometri di inseguimento fino a quando nei pressi di Scandicci la banda si è fermato e ha preso per i campi. Due sono riusciti a fuggire, uno è caduto dall’alto ferendosi alle gambe. E’ stato ricoverato a Careggi dove si trova in stato di arresto dopo l’intervento chirurgico a cui è stato sottoposto.

Fonte e foto tratta da www.gonews.net

20131205-155847.jpg

You may also like

By