Integratori sportivi: per saperne di più

PISA – L’argomento riguardante gli integratori alimentari è da sempre interessato da un acceso dibattito circa la loro reale efficacia: la maggior parte dei nutrizionisti sostiene che questi coadiuvanti alimentari si rivelino utili solo nei casi in cui vi sia una carenza reale di un nutriente specifico nell’organismo, tale da richiedere l’integrazione della dieta con sostanze supplementari.
Pertanto, vengono considerati integratori alimentari tutti quei prodotti che favoriscono l’assunzione e l’assorbimento di specifici principi nutritivi, qualora questi non venissero forniti all’organismo tramite un regime alimentare adeguato.MOggi, complice la mania generale per un fisico statuario, unita ad una sempre maggiore attenzione per l’estetica del corpo, ha contribuito al boom del settore dei coadiuvanti alimentari, che solo in Italia ha raggiunto un giro di affari pari a 1,9 miliardi di euro su base annua. Queste sostanze sono oggi reperibili ovunque, nelle farmacie, nei negozi sportivi e nelle erboristerie, dove spesso sono accompagnati da una pubblicità ingannevole che coniuga il loro utilizzo alla certezza di raggiungere i tanto agognati obiettivi sportivi. In realtà, l’assunzione non necessaria di questi coadiuvanti può nuocere alla salute del soggetto, compromettendone sia le prestazioni atletiche sia l’ottenimento del fisico desiderato.

L’utilizzo degli integratori è pertanto consigliato esclusivamente sotto consiglio del medico agli sportivi impegnati nella pratica delle discipline agonistiche che richiedono un elevato e prolungato impegno muscolare. Ogni coadiuvante alimentare è studiato per uno scopo ben preciso: se abbinato alle singole esigenze nutrizionali e sportive, l’integratore può davvero andare a completare l’alimentazione dell’atleta massimizzandone le prestazioni sportive. Ma l’universo degli integratori alimentari può rivelarsi una vera e propria giungla nella quale è difficile orientarsi: per questo, diffidate da chi promuove pubblicità ingannevoli, ad esempio quelle in cui ci si riferisce agli integratori come a delle sostanze miracolose con cui poter finalmente raggiungere tutti i propri obiettivi. Niente di più falso. L’unico modo per avvicinarsi correttamente al mondo dell’integrazione alimentare è su consiglio di un medico, o di un nutrizionista.

Oggi, gli integratori alimentari sono acquistabili ovunque, sia negozi sportivi, sia nelle farmacie, ma è online che questi prodotti vengono venduti maggiormente: il web è ormai saturo di siti di vendita di questi articoli, ma non tutti sono affidabili. Per comprendere al meglio ciò che un buon portale di vendita dovrebbe offrire, è possibile fare riferimento a Specialmuscle.com, un e-commerce specializzato nella vendita online di integratori alimentari con un occhio alla convenienza.

Nel mercato degli integratori alimentari, la fetta più ampia è attualmente occupata proprio dai coadiuvanti sportivi, detti anche integratori energetici, solitamente a base di vitamine, sali minerali e proteine. Vediamo quali sono gli integratori utilizzati prevalentemente nell’ambiente sportivo.

I principali coadiuvanti sportivi

Indipendentemente dal tipo di sport, quando un atleta professionista si allena può avere bisogno di integrare la sua dieta con i seguenti coadiuvanti alimentari:

  • proteine (aminoacidi): sono tra le più importanti nell’ambito del culturismo perché favoriscono la crescita della massa muscolare;
  • creatina: presente in grandi quantità nelle proteine animali, la creatina contribuisce all’aumento della massa muscolare e della forza dell’atleta;
  • amminoacidi ramificati: ampiamente utilizzati nel settore della dietetica sportiva, consentono il recupero ottimale dopo un allenamento intenso e prolungato;
  • amminoacidi ramificati (BCAA): utili nei processi metabolici che permettono al fisico di ricavare energia dalle proteine, vengono utilizzati specialmente durante le gare lunghe e molto faticose;
  • sali minerali: vengono prescritti principalmente ai soggetti con carenze di calcio;
  • vitamine: si rivelano utili nei casi in cui l’impegno motorio sia importante e possa verificarsi un calo di vitamine o di sali minerali;
  • carnitina: favorisce la metabolizzazione dei grassi trasportandoli nella sede dell’organismo che li converte in energia.

Al di là dell’utilizzo dei coadiuvanti alimentari, è bene sottolineare che seguire un’alimentazione adeguata è il primo passo verso il raggiungimento dei propri obiettivi. Infine, bisogna ricordarsi di bere molto durante l’attività: si consiglia l’assunzione di bevande ipotoniche che vadano a riequilibrare i livelli di sali minerali, acqua e carboidrati nella fase post allenamento.

By