Intitolato al celebre studioso spagnolo Emilio Rodriguez la sezione dedicata al commercio del Museo delle Navi Antiche

PISA – Si è svolta venerdì 24 luglio, presso il Museo delle Antiche Navi di Pisa, la cerimonia di intitolazione – tramite l’apposizione di un’apposita targa – della Sezione dedicata al commercio nell’antichità, al celebre studioso spagnolo Emilio Rodriguez Almeida, scomparso nel 2016 ed in onore del quale si terrà il prossimo dicembre un Convegno a Roma ed a Pisa.

di Giovanni Manenti

A presenziare alla cerimonia erano presenti il Sovrintendente di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Pisa e Livorno, Andrea Muzzi, il Direttore del Museo Andrea Camilli, l’Assessore al Commercio ed al Turismo del Comune di Pisa Paolo Pesciatini ed il Direttore della Escuela Espanola de Historia y Arquelogia di Roma Antonio Pizzo, oltre alla Professoressa Marinella Pasquinucci dell’Università di Pisa, la quale ha tracciato un breve ricordo dello studioso spagnolo.

Ma tale cerimonia non è stata altro che la conclusione di un incontro con gli Organi di Informazione durante il quale è stato presentato l’accordo di collaborazione tecnico-scientifica tra il Museo e la ridetta Scuola iberica, facente parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche Spagnolo, il quale coordina la ricerca degli studiosi spagnoli in e sull’Italia. Ed è pertanto in questa ottica di collaborazione che è stato altresì presentato il progetto relativo ad un Convegno Internazionale a tema archeologico dedicato alla memoria del Maestro scomparso, la cui prima edizione si svolgerà il prossimo dicembre 2020 in contemporanea tra le due Sedi di Pisa e Roma, avente per oggetto temi inerenti gli ambiti di ricerca dell’insigne studioso, vale a dire la topografia di Roma antica e l’epigrafia su anfore e ceramica.

Oggi paghiamo un debito di riconoscenza verso uno studioso che proprio qui a Pisa ha svolto uno dei suoi ultimi lavori – afferma Andrea Camilli – un personaggio da me conosciuto all’università spagnola e del quale rimasi subito affascinato in quanto colpito dalla sua grande cultura ed intelligenza, per poi presentare altre due importanti iniziative costituite dalla collaborazione con la Scuola spagnola di archeologia di Roma“.


C’è da mettere in risalto la ripresa dell’attività museale dopo l’interruzione per il lockdown – afferma Andrea Muzzi – e per me riprendere con questo accordo di collaborazione con gli amici spagnoli rappresenta il modo migliore per dare un senso di continuità al Museo delle Navi Antiche che devono costituire un polo importante per la città, essendo la punta della cultura di Pisa che ci impegnamo sempre più a far crescere e sviluppare“.

Almeida era un visionario – afferma Paolo Pesciatini, assessore al turismo del Comune di Pisa – ma la sua statura lo portava a vedere oltre, ed è pertanto per noi come Amministrazione un onore dedicare a tale personaggio questo omaggio che ne esalta le qualità, così come sono particolarmente felice dell’accordo di collaborazione che rappresenta uno scambio delle rispettive conoscenze anche in un’ottica turistica, poiché rappresenta un segnale di quello che si può realizzare allorché si lavori con un obiettivo comune. Questi nostri incontri troveranno una loro definizione in tutta una serie di accordi di collaborazione tra la nostra Sovrintendenza di Pisa e la nostra Scuola di Storia ed Archeologia di Roma per far sì che da essi possano nascere sempre maggiori sinergie per lo sviluppo e la conoscenza delle rispettive tradizioni“.

In nome della scuola spagnola ringrazio l’amministrazione comunale per aver deciso di intitolare una sala del Museo ad Emilio Rodriguez Almeda – afferma Antonio Pizzo – che è il massimo esponente del nostro Paese per quanto riguarda la Storia d’Italia di cui era appassionato ed alla quale ha dedicato buona parte della sua vita e che rappresenta per noi un punto di riferimento per quel che concerne la topografia di Roma, tanto che abbiamo già previsto delle giornate dedicate alla sua memoria nell’ambito del nostro anno accademico“.

By