Investe ragazzina sulle strisce ma non aspetta i soccorsi

PISA – Aveva investito sulle strisce una ragazzina, procurandole la rottura del setto nasale, ma dopo essersi fermato solo qualche minuto, si allontanava dal luogo dell’incidente senza aspettare l’arrivo dell’ambulanza che poi trasportava l’infortunata al Pronto Soccorso di Cisanello.

Ora è stato individuato dalla Polizia Municipale e denunciato per fuga in incidente stradale con feriti. Per lui, oltre al procedimento penale scatterà la sospensione della patente di guida con pene che potranno inasprirsi considerevolmente qualora la prognosi della dodicenne dovesse risultare superiore a 40 giorni. In quest’ultimo caso, infatti, è prevista la pena della reclusione non inferiore a tre anni.

L’episodio era accaduto nel pomeriggio di sabato scorso a Tirrenia, nei pressi del bagno “La Pace” in via Tirreno. La dodicenne stava attraversando la strada sulle strisce pedonali quando veniva investita dall’autovettura condotta da un giovane di 27 anni, residente nel comune di Pisa. A seguito del violento urto e nonostante il forte dolore causatole dalla rottura del setto nasale con ingente sanguinamento, la ragazzina riusciva a tornare sul marciapiede in attesa dei soccorsi. L’investitore si fermava solo qualche minuto insieme ad altre persone, ma subito dopo, saliva nuovamente a bordo della propria autovettura allontanandosi dal luogo dell’incidente ancor prima del giungere dell’ambulanza.

Sul posto è intervenuta immediatamente una pattuglia del Distaccamento Litorale della Polizia Municipale che, con i colleghi dell’Ufficio Incidenti Stradali dal Comando di via Cesare Battisti, ha iniziato una serie di attività e indagini conclusesi con l’individuazione e la denuncia del conducente e il conseguente sequestro del mezzo.

«Ricordo – dice il comandante della Polizia Municipale Michele Stefanelli – che prestare soccorso e assistenza in caso di incidente oltre che un obbligo giuridico è anche un dovere morale che si deve alle persone coinvolte».

By