Investimenti alternativi: dall’arte al vino

PISA – Investire i propri soldi in modo sicuro in un periodo nel quale le certezze vacillano e di porti sicuri se ne vedono ben pochi.

Si sta assistendo pian piano al crollo di tutti i principali asset finanziari, quelli che da sempre erano stati presi a riferimento dai risparmiatori soprattutto del nostro paese.
Si pensi al mattone, i famigerati investimenti negli immobili che per anni hanno rappresentano una certezza; oggi non sono più garanzia di affidabilità così come non lo sono Bot, Titolo di Stato, conti deposito e quant’altro. Vien da sé che si vada alla ricerca di prodotti alternativi, spesso anche fantasiosi, magari perché legati alla vita di tutti i giorni e per questo non immaginabili come asset sui quali investire. Qualche esempio?

Investire in opere d’arte. Sta aumentando il dato relativo a chi investe nelle opere d’arte per tentare di mettere i propri soldi al riparo. Un trend ormai alla portata di tutti e riferito oggi non soltanto agli appassionati del settore o agli addetti ai lavori. Si parla soprattutto di quadri.
Chiunque abbia cifre da investire e non sappia su quale asset puntare può rivolgersi proprio al mercato delle opere d’arte. I dati sui rendimenti più ottimistici parlano di un ritorno medio annuo che va dal 14% al 17%. Ecco perché in molti si stanno lanciando nell’impresa, attirati da questi numeri, per diversificare il proprio portafoglio di investimenti.

Investire nel vino. Altra tendenza in crescita, quella di investire nel vino. Vale il discorso fatto per le opere d’arte, non si deve essere necessariamente esperti del settore. Oggi poi la comunicazione riferita al comparto è molto diffusa, quasi tutti hanno una cultura in materia (o almeno, molti di più rispetto a qualche anno fa) e l’acquisto di vini è diventato un qualcosa di semplice anche grazie alla rete.
Ecco allora che ci si può orientare su bottiglie di un certo valore da mettere in cantina e conservare: perché il vino non è soltanto un piacere per il palato, ma anche un qualcosa che può assumere valore con il passare degli anni e rivelarsi un vero e proprio asset sul quale puntare.
Il consiglio è quello di investire sulle etichette di qualità, non risparmiare in fase di acquisto, e di tenere poi costantemente sotto controllo le quotazioni dei vini così da essere aggiornati sul valore del prodotto che si è deciso di acquistare.

By