Ippodromo di San Rossore: dal 7 novembre 15 giornate di corse. Il programma delle corse

PISA – Dopo il grande evento di settembre con i due Campionati del Mondo di endurance, l’ippodromo di San Rossore riapre i battenti per la sua disciplina più tradizionale: le corse al galoppo. Lo farà giovedì 7 novembre, giornata di apertura di una stagione che si protrarrà fino alla domenica 5 aprile 2020 allorché si disputerà il 130° premio “Pisa”.

Questo scorcio di stagione del 2019 vedrà in programma 15 giornate di corse, delle quali sette domeniche e il 26 dicembre. Il montepremi a disposizione delle scuderie sarà di 1.070.000 euro. Mentre il Ministero deve ancora chiarirsi quale futuro dare all’ippica italiana, San Rossore, anche sulla scorta dei buoni risultati ottenuti nella scorsa stagione, continua per la sua strada fatta di lavoro e di iniziative per il pubblico. La speranza è che qualcosa (anzi, molto) cambi in meglio e che si giunga finalmente a un sistema che riconosca i meriti dei singoli ippodromi tenendone quindi ben presenti le qualità, l’impegno e i risultati. E in questo, San Rossore non è secondo a nessuno, a partire dall’unicità del suo centro di allenamento, per arrivare ai dati di spettatori e gioco sul campo che lo collocano al vertice assoluto in Italia.

L’impegno di Alfea, anche in questa parte di anno senza corse, si è concretizzato, oltre alla gestione quotidiana delle piste di allenamento, in numerosi interventi di manutenzione straordinaria quali la cura delle piste da corsa e di allenamento (arieggiatura, bucatura, piano di concimazione straordinaria, trasemina), alle tinteggiature varie (tribuna, tetto ristorante, poste insellaggio, box di transito, biglietterie, picchetti), dal rifacimento della pavimentazione della zona di insellaggio all’ippodromo e alle scuderie, agli interventi sul fondo di tratti di vialetti e dell’intero tondino coperto, dalla sostituzione di 1300 metri di steccato alle piste di allenamento alla nuova impermeabilizzazione di oltre 500 mq di tetto della tribuna dell’ippodromo. Un piano di interventi straordinari nell’ordine dei 200 mila euro.

Il calendario dei grandi eventi della stagione autunnale che va ad iniziare conferma gli appuntamenti tradizionali, cioè i Grandi Premi quali “Goldoni”, “Rosenberg”, “Criterium di Pisa”, “Andred”. Sono confermate in calendario anche le innovazioni introdotte gli scorsi anni: ci riferiamo alla Tower of Pisa Cup, Listed Race per Purosangue Arabo e la quarta edizione della “Moutai Cup”, sponsorizzata dal noto distillato cinese famoso nel mondo. I cavalli Purosangue Arabo avranno quest’anno a disposizione anche due corse valide come Campionato Italiano ANICA per cavalli di 3 anni e di 4 anni e oltre mentre una novità assoluta nel programma del Prato degli Escoli saranno due corse per cavalli Anglo Arabo, una delle quali con una importante dotazione costituirà un evento internazionale in collaborazione con la Francia. Da ricordare infine le 6 corse in ostacoli, programmate in due giornate del mese di dicembre, che sono il preludio del cuore della stagione dei saltatori che si svilupperà in gennaio e febbraio. 

Ma l’ippodromo di San Rossore non offre soltanto lo spettacolo delle corse e non è quindi casuale che la presenza del pubblico sia rimasta elevata e sostanzialmente stabile nel corso delle ultime stagioni. Anche quest’anno è stato progettato un programma ricco di eventi collaterali capaci di coinvolgere il pubblico presente. Oltre alla tradizionale attenzione per le famiglie e per i più piccoli, confermata da un fitto calendario domenicale di intrattenimenti con animatori nell’area dedicata di “Ippolandia” e dalla presenza dei pony al parco-giochi per il “battesimo della sella”, per i neofiti verrà riproposto il tour gratuito “Dietro le quinte” nel corso del quale vengono svelati, con l’aiuto di un professionista, i meccanismi attraverso i quali si forma lo spettacolo delle corse. L’iniziativa, giunta ormai alla decima stagione, ha riscosso un crescente successo (oltre 2000 presenze stimate). Molti, inoltre, gli appuntamenti domenicali con iniziative legate ad attività e discipline sportive diverse, alla presentazione di libri, oltre che alle periodiche degustazioni di prodotti tipici del territorio, sempre molto apprezzate dal pubblico.

A San Rossore già si guarda avanti, a quella che sarà la stagione invernale che sfocerà nel Marzo mese dell’ippica pisana, culminante nel 130° Premio Pisa. La città sarà di nuovo coinvolta in tutte quelle iniziative che negli ultimi anni hanno avuto così tanto successo (allestimento delle vetrine, promozione con hostess in centro, la festa dei cappelli e altro ancora), così come il territorio provinciale (il Palio Ippico quest’anno è alla nona edizione).

Alfea continua a investire e curare con grande attenzione alla comunicazione. La vetrina del sito web e la APP gratuita sono affiancate dalla comunicazione social che è diventata sempre più importante e immediata. La pagina Facebook (7500 contatti) e il profilo Instagram dell’ippodromo hanno numeri crescenti giorno dopo giorno.

Un’ultima novità riguarda i servizi di ristorazione che saranno rinnovati e riorganizzati (non solo nelle giornate di corse): la trattoria “Equus” si trasforma in pizzeria, mentre il ristorante centrale funzionerà a pranzo anche con formule più snelle e meno impegnative.

LE CORSE AUTUNNALI. Le giornate di corse in calendario nei mesi di novembre e dicembre saranno 15 (sette giovedì, sette domeniche e il 26 dicembre), partendo dal 7 novembre fino al 29 dicembre. Le corse nelle giornate del 24 novembre, del 1° e dell’8 dicembre si disputeranno sulla pista grande. 

In totale la riunione sarà articolata su 98 corse con un montepremi complessivo di 1.070.900 euro. Sono previste 6 corse in ostacoli, 6 per purosangue arabo, 2 per anglo arabo, 12 per GR e amazzoni, fra le quali la Longines Fegentri World Championship.

Giornate principali:

  • 17 novembre4° Moutai Cup (€ 15.400), corsa riservata ai PSA sponsorizzata da ‘Moutai’, è liquore di altissima gamma prodotto in Cina.
  • 24 novembre23° Premio Goldoni (€ 20.900), Handicap Principale C riservato ai cavalli di 2 anni. La corsa, istituita nel 1995, celebra un cavallo pisano vincitore del Derby del 1896. Il Premio Goldoni può essere preludio, per i migliori cavalli classificati, alla partecipazione al Criterium di Pisa dell’8 dicembre.
  • 1° dicembre20° Premio Rosenberg (€ 27.500), Handicap Principale B riservato ai cavalli di 3 anni e oltre. La corsa, istituita nel 2000, è dedicata al vincitore della prima edizione del premio ‘Pisa’ (1885).
  • 8 dicembre48° Criterium di Pisa (€ 42.900). E’ una Listed Race per cavalli di 2 anni. Le edizioni storiche del ‘Gran Criterium internazionale di San Rossore’ (nome originario della corsa) furono ventitré, dal 1890 al 1912. La corsa tornò all’ippodromo di San Rossore nel 1995 con la nuova dizione ‘Criterium di Pisa’, ‘condizionata’ fino al 2001, Listed Race dal 2002.
  • 8 dicembre16° Premio Andred (€ 36.300). E’ un Handicap Principale A dedicato a uno dei più grandi stalloni importati dall’Inghilterra nell’Ottocento che furono ospiti dell’Istituto di Incremento Ippico di Pisa, padre anche di Andreina, vincitrice del primo Derby di galoppo (1884). La corsa, che è riservata alle femmine di 4 anni e oltre, è stata istituita nel 2004.
  • 8 dicembreTower of Pisa Cup (€ 30.800), Listed Race per Purosangue Arabo.
  • 15 dicembre – Galà internazionale dell’anglo arabo (€ 23.100). Per la prima volta a San Rossore le corse dell’anglo arabo, in occasione di un evento internazionale organizzato in collaborazione con le associazione di settore italiane e francesi.

Circuiti per sprinters, milers e sayers. Dopo i positivi “collaudi” delle scorse stagioni, vengono riproposti i “circuiti” per cavalli di minima, un mini-torneo che prevede 11 batterie suddivise tra breve (100-1200 m), media (1500 m) e lunga (1800-2200) distanza, che sfoceranno in una finale sulla breve distanza il 29 dicembre con dotazione da 17.600 euro, mentre le altre due sono programmate il 1° gennaio 2020 con dotazione di 15.400 euro.

By