Istat. Oltre 170mila incidenti stradali nel 2018


PISA – I dati di settore danno un quadro allarmante per il nostro Paese: continua infatti ad aumentare il numero di incidenti sulle strade italiane. Andiamo quindi ad approfondire tutti i dati disponibile, scoprendo anche quali sono gli orari più pericolosi e le cause che spesso stanno alla base dei sinistri in Italia.


I dati sui sinistri in Italia

Il totale degli incidenti stradali avvenuti nel 2018 arriva a 172.344, e secondo quanto riportato in un comunicato, la Polizia Stradale ha decurtato complessivamente 2.291.527 punti. A un numero così alto di incidenti corrisponde però un lieve calo del numero di vittime di incidenti stradali (-0,6%), in particolar modo sulle strade urbane e extraurbane (rispettivamente -4,4% e -1,2%), in linea con il resto dell’Unione Europea.

Prendendo in considerazione i dati Istat relativi alla provincia di Pisa, raccolti invece nel 2017, su un parco di oltre 371mila veicoli circolanti si sono verificati 1.723 incidenti (4,64 ogni 1000 veicoli), 42 dei quali mortali.

Gli orari più a rischio e le cause più comuni

I mesi nei quali si sono verificati più incidenti (e nei quali dunque è più pericoloso guidare) in Italia sono stati senza ombra di dubbio luglio e agosto, con circa 17mila sinistri. Secondo le statistiche, il giorno più rischioso per mettersi alla guida è il venerdì, con una media di ben 27mila incidenti, mentre per quanto riguarda le fasce orarie i dati di settore riportano un netto aumento di sinistri nell’intervallo compreso tra le 17 e le 19: nelle ore di punta serale, infatti, ci sono molte più automobili sulle strade e il rischio di conseguenza aumenta in maniera esponenziale, arrivando a più di 12mila sinistri all’ora.

I dati comunicati dall’ANAS (Azienda Nazionale Autonoma delle Strade) parlano chiaro: la prima causa che sta alla base degli incidenti stradali nel nostro Paese è la distrazione; anche l’uso dello smartphone è all’origine di numerosissimi incidenti, insieme al colpo di sonno e al consumo di alcool.

L’importanza della prevenzione

Purtroppo gli incidenti si verificano anche a chi ha delle abitudini di guida impeccabili: ciò accade perché alcune situazioni non dipendono da noi e, di conseguenza, non possono essere evitate. Per essere coperti in caso di incidente è consigliabile quindi avere prudenza in questo senso e stipulare un’assicurazione come quella proposta da Helvetia, che ti protegge dai sinistri auto, per usufruire di tutto il supporto necessario in caso di incidente.

Per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli e di correre rischi anche molto gravi, poi, sempre bene mettere in pratica tutte le buone norme di comportamento alla guida, ad esempio evitando di usare lo smartphone (soprattutto per app di messaggistica e social network) e facendo telefonate solo in modalità vivavoce. Attenzione anche agli auricolari o alla musica a volume troppo alto: per quanto possa essere piacevole ascoltarla mentre si è alla guida, può rappresentare un pericolo in quanto non permette di sentire ciò che accade fuori dall’abitacolo. Bisogna poi essere sempre in condizioni ottimali quando si è al volante: mai mettersi alla guida dopo aver bevuto un bicchiere di troppo o se si è assonnati, in quanto in queste condizioni si hanno dei riflessi più lenti del normale, che possono mettere a rischio la propria incolumità e quella degli altri. 

By