L’ Ad del Lecce Antonio Tesoro: “Pronto l’esposto alla Procura Federale”

PISA – Siamo appena a martedì’ e Lecce – Pisa sembra già’ alle porte per le tante polemiche dei salentini riguardo alla gara contro il Frosinone. Quello che di sicuro possiamo dire e’ che non sarà una gara facile per Favasuli e compagni, sotto tutti i punti di vista.

Intanto l’ammonistratore delegato Antonio Tesoro ha parlato in occosione della trasmissione “Terzo Tempo”, come riporta il sito pianetalecce.it, svelando i provvedimenti che la società giallorossa adotterà in seno alle sconcertanti dichiarazioni di Diniz nel post-gara Frosinone-Lecce: “Noi domani faremo un esposto alla Procura Federale per approfondire l’affermazione di Diniz. L’esposto sarà allargato anche alla Commissione Arbitri perchè è giusto andare a fondo a questa situazione. Ieri ci siamo sentiti scippati nell’ambito di una gara ben giocata dal Lecce. Un caso Miccoli non esiste – ha proseguito Antonio Tesoro -. Lui è il nostro capitano e nonostante gli impegni profusi credo sia stato naturale il suo sfogo. L’episodio del rigore contro? L’ho rivisto dodici volte ed era chiaramente fallo a nostro favore, però non dobbiamo soffermarci sul singolo episodio perchè la condotta di gara è stata alterata. Il metro arbitrale non è stato uniforme e ci sentiamo penalizzati. Sino al momento del calcio di rigore il Frosinone non si era reso pericoloso e noi abbiamo affrontato la migliore partita in trasferta della stagione colpendo quattro legni e costringendo il loro portiere a due miracoli. In gioco ci sono milioni di euro, obiettivi da raggiungere e una città da rispettare. Chiederemo che questo arbitro non venga piu a dirigere il Lecce, considerato già il precedente negativo dell’anno scorso quando abbiamo affrontato il SudTirol. Spero che questa partita non incida sui nostri traguardi, ma adesso dobbiamo voltare pagina e pensare subito al prossimo impegno contro il Pisa”.

20131210-133549.jpg

By