L’ avversario di turno: l’Andria Bat una storia lunga 92 anni

PISA – Novantadue anni di storia per la formazione pugliese, che vanta sei campionati nella serie cadetta dove ha ottenuto come miglior risultato un nono posto. Un fallimento nel 2000, che le fece cambiare la sua denominazione, da Fidelis Andria ad Andria Bat. Torna nel 2005 in Lega Pro con il Lodo Petrucci. Soricamente è una squadra ostica per il Pisa, che comunque è in vantaggio al “Degli Ulivi” negli scontri diretti: due vittorie, un pareggio e una sola sconfitta, maturata il 28 Novembre di due anni fa (3-0) che costò la panchina a Stefano Cuoghi, rilevato la domenica successiva da Leonardo Semplici L’Andria ha tra le sue file giocatori importanti come il portiere Rossi, che ha militato in quel Ravenna, sconfitto dal Pisa nella stagione della serie B 2007-2008. Vittoria dei nerazzurri per 4-1. Over importanti per mister Vincenzo Cosco, una lunga gavetta nei dilettanti, con buoni risultati in Lega Pro con il Gela, tra cui Migliaccio ed Innocenti. Il mister andriese è arrivato lo scorso gennaio ottenendo come risultato una meritata salvezza senza passare dai play-out in una piazza non facile. La formazione pugliese tra l’altro attende il meno uno in classifica per il ritardo nelle fidejussioni per l’iscrizione all’attuale campionato di Prima Divisione Lega Pro.

Il logo ufficiale dell’Andria Bat

La partita del “San Francesco” di Nocera Inferiore ha dimostrato come la squadra pugliese sia da non sottovalutare. Mister Cosco predilige un semplice ma efficace 4-4-2 con Taormina a sinistra e l’argentino Comini a destra autentici stantuffi sulle ali capaci di rifornire molto bene gli attaccanti Innocenti (in grande spolvero in settimana) e la promessa, il giovane Gianmarco Mascolo, già paragonato a Lorenzo Insigne. Il Pisa dovrà stare molto attento anche per il gran caldo. Domenica ad Andria saremo vicino ai quaranta grandi, ma potrebbe avere il vantaggio di essere più preparato fisicamente, visto che l’Andria ha iniziato la preparazione il 6 Agosto, quasi un mese dopo i nerazzurri che hanno più minuti nelle gambe grazie agli impegni ion Coppa Italia Tim, già agli inizi di Agosto.

By