La 46esima Brigata Aerea ricorda venerdì l’eccidio di Kindu

PISA – Domani, venerdì 11 novembre ricorre il 55esimo anniversario della strage di Kindu, nel 1961, nell’ex Congo Belga, quando durante una missione di pace dell’Aeronautica militare per conto dell’Onu, 13 aviatori appartenenti alla 46/a Brigata Aerea di Pisa furono trucidati da miliziani congolesi.

Alle 11.30 nel sacrario di Kindu, presso l’aeroporto militare pisano sarà celebrata una messa in ricordo dei caduti e prima avverrà la tumulazione di uno dei caduti, il sergente maggiore Nicola Stigliani che, per espressa volontà della famiglia, sarà traslato da Potenza, dove è attualmente sepolto. Lo ha reso noto la Brigata aerea. La cerimonia di tumulazione e la messa, è spiegato in una nota, “saranno precedute dalla presentazione, presso i locali della 46/a Brigata Aerea, del libro ‘Caschi Blu Italiani’, edito dallo Stato maggiore della Difesa, curato dal tenente colonnello Mario Renna”. I tredici militari italiani, l’11 novembre 1961, furono uccisi durante un attacco alla mensa dell’Onu da parte di circa 80 ribelli dell’Armata Nazionale Congolese che, dopo aver immobilizzato il personale malese di guardia, picchiarono e trascinarono i 13 italiani nella prigione della città prima di ucciderli con raffiche di mitra.

Foto tratta da Wikipedia

By