La 4X100 italiana sfiora la finale olimpica con Anna Bongiorni

PISA – Brava Anna, non ti si poteva chiedere di più! La staffetta della 4×100 azzurra femminile sfiora la qualificazione alla Finale Olimpica dei Giochi di Tokyo 2020, ma al quartetto composto da Irene Siragusa, Gloria Hooper, Anna Bongiorni e Vittoria Fontana era impossibile chiedere di più, visto che con 42″84 hanno stabilito il nuovo record italiano.

di Giovanni Manenti

Inserite nella prima delle due batterie – una sorta di “Mission Impossible”, data la contemporanea presenza di Stati Uniti, Giamaica, Gran Bretagna, Francia ed Olanda – le nostre ragazze non si sono perse d’animo concludendo seste a soli 0″03 centesimi dalle olandesi che, con 42″81 hanno ottenuto il passaggio alla Finale come secondo miglior tempo tra le ripescate, in quanto la qualificazione era riservata alle prime tre classificate ed i due migliori tempi.

Il successo è andato alla Gran Bretagna con 41″55 a precedere Stati Uniti e Giamaica (41″90 e 42!15) ma con formazioni largamente rimaneggiate, con la Francia quarta in 42″68 e, come detto, Olanda quinta in 42″81, mentre dalla seconda batteria accedono alla Finale Germania, Svizzera e Cina.

Già semifinalista nella gara individuale, la 27enne pisana figlia d’arte – il padre, Giovanni, è tuttora detentore del record italiano quale componente della staffetta 4×400 maschile che, con 3’01″37 sfiorò il podio ai Campionati Europei di Stoccarda 1986 – ha tenuto alto il buon nome di Pisa a Tokyo, al pari di quanto aveva fatto la settimana scorsa Martina Batini con lo splendido bronzo nel Fioretto femminile a squadre e poi, nello sport, la cosa più importante è gareggiare ai limiti delle proprie possibilità ed, in questo, le nostre due portacolori hanno dimostrato di aver grinta da vendere.

By