La casa editrice Mds festeggia i suoi quattro anni di attività

PISA – La casa editrice MdS ha festeggiato il quarto compleanno con un brindisi di soddisfazioni.

La presidente Sara Ferraioli è orgogliosa e commossa affermando: “L’aver superato il fatidico terzo anno, che di solito è fatale per i piccoli editori, è un grande successo, per una casa editrice non a pagamento poi, questo è un miracolo vero e proprio.”

Sono stati quattro anni veloci intensi che hanno visto un susseguirsi di iniziative progetti pubblicazioni con il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di persone fra collaboratori, autori, amici.

Sembra ieri quando tre ex studenti dell’università di Pisa, Sara, Elena, Carmine rilevavano la casa editrice Manidistrega impegnandosi subito dopo a creare nuove collane a rivedere la grafica a lanciare il concorso artistico letterario e a far nascere la rivista on line, Manidistrega.it, aperta a collaboratori e amici che scrivono delle passioni delle quali sono anche competenti conoscitori.

Sembra ieri appunto, ma sono passati già quattro anni vissuti con passione sempre al limite delle proprie possibilità. Ricordare tutte le cose fatte, fra presentazioni, progetti, partecipazioni ai festival di letteratura, pubblicazioni è quasi impossibile. Ricorderemo le cose essenziali e fra queste il primo successo editoriale nella collana I cuccioli il libro di Francesca Petrucci, Mia Story. Il racconto una canina felicemente adottata a seguito di una scelta ragionata e responsabile. E questo primo successo è stato anche un primo progetto per ogni libro venduto un euro è stato donato alla LIDA associazione che tutela gli animali.

Ma veniamo all’oggi. La casa editrice si è ampliata e ha deciso di strutturarsi con fisionomie precise e collane fortemente caratterizzate come Cattive Strade, Storie, Sfridi. Il vero segreto de MdS risiede proprio nel gioco di squadra.

I libri dell’agronomo Emilio Bertoncini, Orticoltura eroica urbana e L’orto delle meraviglie hanno vendite in costante crescita e successo di critica. Sono arrivati nomi di rilievo ad arricchire il catalogo: la ristampa di un libro che mancava da tempo dalle librerie e che ha un significato speciale per Pisa, Una città proletaria, Athos Bigongiali e il primo romanzo del Professor Ermanno Bencivenga che insegna filosofia alla California University, il giorno in cui non tornarono i conti.

Il 2016 è stato l’anno di grandi successi. La giornalista di Repubblica.it Sara Ficocelli ha fatto il suo debutto vincente avviandosi in pochi mesi alle mille copie vendute e un tour di presentazioni in tutte le regioni italiane. Purosangue di Francesca Petrucci, subito ristampato, un giallo nel quale ad essere uccisi sono animali, cavalli e cani, per un’indagine affidata al Maresciallo dei Carabinieri Vincenzo Pulvirenti, ricca di sorprese e colpi di scena. L’esordio come autore in MdS di Fabrizio Bartelloni, con Testimoni d’accusa, galleria di personaggi colti nelle loro debolezze e meschinità ma anche nella loro profonda umanità

Poi le uscite di Tiziana Morrone, Marzia Scala, Giovanni Vannozzi, Piero Ianniello, Claudia Viacava, Piero Nissim, solo per ricordarne alcuni.

Il 2017 si annuncia ricco di progetti: la partecipazione ai festival letterari nazionali, Torino, Milano, Firenze, Isola d’Elba a testimoniare l’intenzione di essere sempre meno localistici, il corso di scrittura all’interno del carcere Don Bosco di Pisa, il concorso artistico letterario, la pubblicazione di un inedito di Giorgio Manganelli e Book at home, sperimentato negli ultimi giorni di Dicembre e già un successo: i libri e gli autori nelle case di chi li ospita; nuovi e più informali salotti letterari. Tante idee e molto impegno per confermare quanto fatto fin’ora.

By