La cena di Natale all’asilo notturno di Porta a Mare

PISA – Ci sono pasta e fagioli e pollo arrosto con patate. E poi i dolci: il pandoro e il salame al cioccolato.

Di là, nella sala riunioni adattata a cucina, sporzionano e preparano piatti i ragazzi di “Ticucinobio”, il servizio di catering della “Alzaia”, la cooperativa sociale impegnata nell’inserimento lavorativo soggetti svantaggiati. Di qua un tavolo lungo tanto quanto l’intero corridoio su cui si affacciano le camere con più di cento persone a sedere fra persone senza dimora (un’ottantina in tutto), amministratori, operatori e volontari.

E’ festa giovedì 12 dicembre all’asilo notturno di Porta a Mare, la cabina di regia per i servizi per l’alta marginalità della Società della Salute della Zona Pisana, gestita dalla cooperativa “Il Simbolo” e che, oltre alla struttura in grado di accogliere 28 persone ogni notte (di cui quattro in emergenza sanitaria) a cui se ne possono aggiungere altre sei in occasione delle emergenze freddo, ospita anche un centro diurno che consente di usufruire di servizi igienici, doccia, lavanderia e colazione, uno sportello d’ascolto e orientamento, un servizio di mediazione, l’ambulatorio etico del Cisom e un Punto Paas per l’accesso alla rete e l’alfabetizzazione informatica. Una struttura fondamentale per il contrasto alla marginalità grave nel territorio pisano che lavora in sinergia con l’Unità di Strada, altro servizio della SdS Pisana gestito dalla cooperativa Arnera finalizzato alla distribuzione itinerante di cene e materiali salvavita come i sacchi a pelo nei mesi invernali.

Il menù, preparato dallo chef Lorenzo Bertelli in collaborazione con Claudia Molea, Maria Luna Viola e Martina Giordani, è servito da operatori e volontari, camerieri d’eccezione per l’occasione.

“E’ un piccolo segno di calore e di accoglienza nell’imminenza delle festività natalizie dentro un percorso di sostegno e accompagnamento che dura 365 giorni l’anno grazie a questa struttura e al lavoro delle cooperative “Il Simbolo” e “Arnera” cui la Società della Salute ha affidato la gestione dei servizi per l’alta marginalità e che abbiamo intenzione di continuare a sostenere e valorizzare anche in futuro” ha detto la presidente della SdS Pisana Gianna Gambaccini, anche lei presente al tavolo insieme, fra gli altri, al presidente del consiglio comunale Alessandro Gennai. Con anche i consiglieri comunali Brunella Barbuti e Veronica Poli, il vicecomandante della Polizia Municipale Mariano Tromantana, il parroco di San Giovanni al Gatano don Italo Lucchesi e, ovviamente, il gruppo di lavoro di “Progetto Homeless”, composto da Alessandro Carta, Massimo Ceriale, Laura Cerretti, Marco Galleri, Francesca Bertozzi, Alice Masini, Gianluca Ambrosino, Luca Gambini, Guido De Nicolais, Emiliano Paperini, Andrea Bruscoli, Luca Vannozzi, Giovanni Novelli, Renato Petrone, Linda Giambastiani, Marta Camposano, Saverio Grasselli, Vieri Bottai e Riccardo Duè.

Nella foto sopra la presidente SdS Pisana Gianna Gambaccini e il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Gennai, con gli operatori e gli ospiti dell’asilo notturno di Porta a Mare

By