La Cgil scende in piazza domani a Roma per la crisi dell’Ippica. Alfea a rischio

PISA – L’ippica scende in Piazza domani 1 febbraio a Roma ed a manifestare ci sarà anche la Cgil di Pisa.

“La situazione è drammatica – dicono dalla Cgil – i lavoratori rischiano di perdere il posto di lavoro, non fa eccezione la società Alfea con i suoi 21 addetti che già hanno fatto un periodo di cassa integrazione nel mese di settembre e per i quali si prevede un ulteriore e maggiore utilizzo degli ammortizzatori sociali a partire dal mese di febbraio”.

“Tutto ciò – continua la Cgil – è la conseguenza delle decisioni assunte dalle Istituzioni competenti preposte a sviluppare ‘azioni positive’ tese a precostituire condizioni di consolidamento e di sviluppo del settore. Che hanno pensato bene di far seguire al taglio di oltre il 40% delle risorse per il comparto, la non erogazione delle somme dovute per i premi vinti e per le spettanze degli ippodromi fin dal giugno 2012. Come è facile immaginare questo atto sconsiderato, qualora non venisse immediatamente rimosso, rappresenterebbe il colpo di grazia che manda definitivamente in blocco l’intero sistema ippico. Di ciò ne è pienamente consapevole il Ministro Catania che tuttavia non è andato oltre le promesse e gli impegni verbali di soluzione del problema, promesse e impegni ripetuti e sistematicamente smentiti nei fatti”.

“Facciamo un appello alle istituzioni locali, in particolare alla Regione Toscana, in quanto proprietaria dell’ippodromo e alle forze politiche del territorio, che ci sostengano nella lotta per salvare l’ippica” concludono con fermezza dalla Cgil, scesa al fianco dei lavoratori di un settore davvero in bilico.

You may also like

By