La Cisl bacchetta la Piaggio: “Il piano di investimento è debole”

PISA – Il piano di investimenti per la Piaggio di Pontedera è debole e nelle note aggiuntive dell’accordo con i sindacati c’é il pericolo dell’estensione dei contratti di solidarietà.

E’ quanto sostenuto in una lettera inviata dalla Cisl di Pisa a Roberto Colaninno per chiedergli di fissare un incontro per discutere del futuro dello stabilimento pontederese. Secondo il sindacato “l’azienda non ci ha messo nelle condizioni di verificare il rispetto dell’accordo del 2009” e per questo Fim-Cisl si era rivolta, nelle scorse settimane, alla Direzione provinciale del lavoro. L’ultimo motivo di frizione sarebbe stato invece il contratto di solidarietà, che non è stato firmato dai metalmeccanici della Cisl.

Non siamo contrari allo strumento in sé – precisa Claudio Garzotto, segretario provinciale di Fim/Cisl – anche perché ci rendiamo conto delle difficoltà del gruppo forse superiori a quanto dichiarato dallo stesso Colaninno. Ma, insieme alla proposta di un contratto di solidarietà, utile ad evitare 469 esuberi, ci saremmo aspettati dal management un più credibile piano di investimenti per i prossimi anni così da trovarsi pronti quando la crisi congiunturale sarà superata“.

E invece nella nota aggiuntiva all’accordo che le altre sigle sindacali hanno firmato, emerge come i contratti di solidarietà potrebbero essere estesi, per il futuro, dagli attuali 588 operai e 857 impiegati e quadri, anche ad altri dipendenti“.

You may also like

By