La Compagnia Balestrieri compie 35 anni

PISA – La Compagnia Balestrieri di Pisa compie 35 anni. Per festeggiare l’importante anniversario dal 5 al 7 ottobre nella Cripta della Chiesa di san Pietro in Vinculis verrà allestita una mostra fotografica che ne ripercorre la storia.

La mostra sarà aperta al pubblico venerdì 5 ottobre dalle ore 16.00 alle ore 19.30, sabato 6 ottobre dalle ore 10.30 alle ore 22.30, domenica 7 ottobre dalle 10.30 alle 20.00. Le celebrazioni culmineranno domenica 7 ottobre alle ore 16 con il corteo storico che da Piazza Garibaldi e attraversando le strade del quartiere di San Francesco si concluderà in piazza San Francesco per la disputa del Palio.

La storia. “Pisa come tutte le città principali ed importanti, nel periodo che va dal 1000 al 1400, ha avuto come nucleo di difesa delle proprie libertà i Balestrieri, che erano organizzati in compagnie e che ogni giorno festivo si allenavano e disputavano varï palï. Anzi fu proprio Pisa che nel 1381 dette alle compagnie dei Balestrieri un riconoscimento ufficiale dando loro statuti e regolamentando questa disciplina. Nel 1158 erano già in piena attività i Balestrieri chel’Imperatore Federico chiese ed ottenne, dai responsabili politici di Pisa, una schiera di “balestrieri” e di “genieri”. Inoltre nel 1315 nella storica Battaglia di Montecatini Uguccione della Faggiola, grazie ai balestrieri, riuscì a riportare una grande vittoria sull’esercito fiorentino, come pure nel 1342 i balestrieri di due soli Quartieri e con alcuni volontari ebbero ragione sul forte esercito lucchese e conquistarono Lucca. Infine Tommaso Pisano, insigne scultore e autore del polittico marmoreo che può essere ammirato nella chiesa di San Francesco, fu balestriere e nella zona ove vi era l’insediamento tessile “Marzotto” vi erano i maestri d’arme che costruivano le balestre e dove lo stesso esercitava anche questo “mestiere”

By