La comunità senegalese protesta davanti alla Prefettura per il rinnovo del permesso di soggiorno Le foto

PISA – Manifestazione pacifica questa mattina davanti alla Prefettura di Pisa da parte della comunità senegalese che chiede a gran voce meno burocrazia e più velocità per il rinnovo del permesso di soggiorno.

image

Oltre 400 senegalesi e rappresentanti di sette comunità diverse hanno chiesto di essere regolarizzati per uscire dalla clandestinità. “Senza permesso di soggiorno, non è possibile lavorare e chiedere una casa e neppure tornare a casa per trovare i nostri cari in Senegal. Se non lavori non ti puoi permettere niente. Il vero problema è per i bambini che hanno bisogno dei documenti per poter andare a scuola – precisa Mathar, presidente della comunità senegalese a Pisa – e quindi essere regolarizzati oppure anche loro subiranno l’impatto devastante che deriva dal vivere in clandestinità”.Per sottolineare il disagio condiviso la Comunità senegalese formata anche da molte donne e bambini, durante la manifestazione ha tenuto in mano un volantino con scritto: “Anche io sono clandestino”. Presente alla manifestazione anche Ciccio Auletta di Una Città in Comune e molte associazioni che hanno appoggiato la protesta della Comunità senegalese.

image

image

image

“Ho lavorato negli anni scorsi a consegnare bollette e come falegname, ora che il mio permesso di soggiorno è scaduto e non mi è stato rinnovato, nonostante abbia presentato tutti di documenti e pagato tutto quello che lo Stato richiede, non posso lavorare regolarmente e nemmeno potermi muovere – così afferma Kebe Pape, uno dei manifestanti- la burocrazia è lenta e costosa!”.

La richiesta urgente è la velocizzazione dei permessi di soggiorno, per far uscire tanti membri della Comunità dalla clandestinità e restituire loro un lavoro dignitoso e quei diritti umani che non possono essere negati. A vedere tanti bambini in piazza stamani è venuto spontaneo chiedere delle loro difficoltà se i genitori si trovano ad essere senza permesso di soggiorno. “E un tema molto sensibile questo” – dichiara Mathar, Presidente della Comunità Senegalese a Pisa – sono nati in Italia ma non hanno la cittadinanza e quindi ci sono sempre ostacoli da superare”.

You may also like

By