La Festa della Toscana 2018: i protagonisti saranno gli studenti delle nostre scuole

PISA – Una due giorni di eccellenza giovedì e venerdì prossimi a Pisa per la “Festa della Toscana 2018” che vedrà gli studenti delle nostre Scuole protagonisti, nell’ambito di un’iniziativa che ha per tema il Codice Leopoldino che il Granduca Pietro Leopoldo promulgo’ proprio nella nostra città e con il quale – primo Stato in Europa – vennero abolite la pena di morte e la tortura.

di Giovanni Manenti 
In questa ottica, venerdì mattina alle ore 10, si svolgerà alla Stazione Leopolda di Pisa una Seduta straordinaria del Consiglio Comunale, al quale parteciperanno alunni delle Seconde Classi F e G dell’istituto di Biotecnologie Sanitarie “Santoni”, unitamente all’Orchrestra del Liceo “Giosuè Carducci”, diretta dal Prof. Carlo Deri, e dai rappresentanti della Consulta Provinciale Studenti (di cui è Presidente Andrea Aretini, di una quinta classe del Liceo “Ulisse Dini”), ai quali dovrebbero aggiungersi studenti di altre Scuole Medie superiori pisane, mentre è certa la partecipazione di due classi degli Istituti Scolastici comprensivi “Giuseppe Toniolo” e “Renato Fucini”.
Nel corso della mattinata, a parte i saluti istituzionali, vi sarà una relazione storica del Prof. Alessandro Tosi sulla figura del Granduca Pietro Leopoldo di Toscana, cui seguirà un intervento di un docente del Liceo “Carducci” sul tema “La musica ai tempi di Pietro Leopoldo”, essendo altresì prevista la testimonianza di una eccellenza pisana, di cui, al momento, non è ancora stato svelato il nome, ed a concludere, una sottolineatura vernacolare a cura di Lorenzo Gremigni.
Venerdì 30 novembre invece, si potrà visitare, a partire dalle ore 15, il Palazzo Reale di Piazza Carrara, dove il Granduca Pietro Leopoldo promulgo’ il citato Codice, occasione unica per ammirare i reperti dell’epoca in essa contenuti ed allietata da intermezzi musicali dei ragazzi dell’orchestra del Liceo Carducci, al termine della quale, alle ore 17 si terrà un incontro con il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, giunto a Pisa proprio per testimoniare l’importanza che a livello europeo, ebbe all’epoca la decisione assunta da Pietro Leopoldo in difesa dei diritti umani.
Un Consiglio aperto alla cittadinanza ed alle Scuole che si svolgerà il 29 novembre prossimo alla Stazione Leopolda, avente a tema la riforma assunta dal Granduca Pietro Leopoldo che promulgo’ a Pisa il Codice Leopoldino che aboliva la pena di morte, un’iniziativa che coinvolgerà sopratutto gli studenti nell’ambito della “Festa della Toscana 2018”, alla presenza altresì dei Sindaci della nostra Provincia, del Dirigente Scolastico Giacomo Tizzanini, del Presidente della Provincia Massimiliano Angori e del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani“, annuncia il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Gennai.
L’evento proseguirà successivamente venerdì 30 novembre, con una visita guidata prezzo Palazzo Reale, durante il cui percorso vi saranno delle animazioni musicali di periodo, al termine del quale, dalle ore 17 vi sarà un incontro con il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani con i Parlamentari e gli Amministratori della Provincia di Pisa, Autorità religiose, civili e militari, al quale, per soli motivi di capienza, non potranno essere ammessi gli studenti che, viceversa, saranno protagonisti della visita a Palazzo Reale“, afferma soddisfatto l’assessore alla Cultura Andrea Buscemi.
Quest’anno, rispetto ai precedenti, avranno la possibilità di partecipare a questa Seduta del Consiglio Comunale anche due classi per ognuno degli Istituti Scolastici comprensivi “Giuseppe Toniolo” e “Renato Fucini”, espressamente richiesta dal Dirigente Tizzanini, ed è per noi dell’ufficio scolastico un’importante occasione di coinvolgimento dei nostri studenti con le istituzioni, con, in particolare, il contributo dei ragazzi dell’orchestra del Liceo Carducci di Pisa, che saranno presenti in ben 106 unità“, dice soddisfatta Valeria Raglianti, referente dell’Ufficio scolastico di Pisa
By