La Festa di Sant’Ubaldo si presenta con molte novità

PISA – Presentata presso la Sala Stampa del Comune di Pisa la 40.ma edizione della “Settimana delle Piagge”, tradizionale appuntamento che si interseca con la Festa di Sant’Ubaldo e che quest’anno si svolge da giovedì 16 a domenica 19 maggio prossimi lungo il Viale delle Piagge.

di Giovanni Manenti

Un evento che fa da apripista alle celebrazioni del Giugno Pisano e che è andato sempre più sviluppandosi, arricchendosi di stand, eventi multiculturali e spazi per bambini, con l’obiettivo di superare le 30mila presenze dello scorso anno soprattutto grazie al nuovo programma elaborato dal nuovo Comitato Organizzatore, presieduto da Antonio Schena, che su è avvalso del patrocinio e della collaborazione del Comune di Pisa, nonché della sinergia con molte realtà economiche del quartiere, ivi compresa la Facoltà di Veterinaria dell’università di Pisa.

Nata ed ovviamente proseguita all’insegna della floricoltura, con un’ampia mostra mercato a tema, l’edizione 2019 non manca di evidenziare nel proprio programma di una serie di spettacoli di varia natura, dalla musica al vernacolo, al pari di mostre ed attrazioni enogastronomiche senza che venga meno quello che è un appuntamento fisso della Manifestazione, vale a dire la classica “Regata di Sant’Ubaldo” tra i quartieri storici, mantenendo la propria caratteristica di ingresso libero e gratuito.

“È un evento al quale la città è molto legata non solo per gli abitanti del quartiere e quest’anno in occasione del 40.mo anniversario avrà un maggior rilievo sotto l’aspetto tradizionale e religioso con la speranza di avere un successo superiore anche al passato”, afferma Michele Conti Sindaco di Pisa.

“È una festa che si abbina ai fiori, che la hanno sempre caratterizzata per poi ampliarsi sotto altri aspetti culturali, musicali ed artigianali ed in occasione dei 40 anni abbiamo creato anche un logo apposito che mai prima era stato ideato ed avremo anche come ospite il Vescovo di Gubbio, un evento che quest’anno avrà anche una dedica particolare, vale a dire a Giancarlo Peluso, figura storica del Vernacolo pisano e venuto recentemente a mancare. Saranno incrementati gli stand, sia quelli gastronomici che artigianali, mentre molti spettacoli di natura culturale, vernacoliere e musicali faranno compagnia nei quattro giorni della festa, unitamente anche ad incontri e convegni su tematiche importanti per la cittadinanza, ed in ultimo voglio ricordare essere in corso un Concorso fotografico che a tema ha la città di Pisa nei suoi angoli più nascosti al pari della presentazione, presso la Biblioteca comunale, di un libro sulla vita e la Storia di Sant’Ubaldo”, commenta Antonio Schena.

“Voglio ricordare che vi sono molti eventi anche per i bambini, potendo usufruire anche del Parco di Mau inaugurato questo gennaio, che si estrinsecano con giochi organizzati dal CSI, così come vi sarà l’intervento dei Vigili del fuoco con un gioco particolare chiamato Pompieropoli, così che gli stessi abbiano il loro spazio dove potersi divertire senza dover seguire i propri genitori tra i vari stand, cosa che probabilmente li annoierebbe”, conclude Anna Non cristiani.

By