La Fondazione Pisa approva un documento programmatico da dodici milioni

PISA – La Deputazione della Fondazione Pisa, avvalendosi anche del preventivo parere positivo espresso dall’Assemblea dei Soci della stessa Fondazione, ha approvato all’unanimità il Documento Programmatico Previsionale 2014-2016 ed il correlato Documento Previsionale 2014 così come predisposti dal Consiglio di Amministrazione.

Nei Documenti previsionali è confermato l’impegno della Fondazione verso tre settori di intervento che lo Statuto vigente individua nell’ Arte, Attività e Beni Culturali, nel Volontariato, Filantropia e Beneficenza e nella Ricerca Scientifica e Tecnologica.

Nonostante la non facile situazione dei mercati finanziari che si protrae ormai da diversi anni, e la cui ripresa non è di agevole previsione, la Fondazione ha confermato la stabilità dei flussi erogativi in misura non inferiore a quella assicurata negli anni scorsi.

La Fondazione Pisa rende pertanto disponibili per il 2014 risorse complessivamente pari a 12,2 milioni per:

a) continuare a sostenere le iniziative ricorrenti, anche a carattere pluriennale e già oggetto di tradizionale attenzione, nei diversi ambiti dei tre settori di intervento e cioè:

per quanto riguarda le Attività Culturali si cita, ad esempio, il sostegno alle attività di Palazzo Blu, alle attività del Teatro Verdi, ai Concerti della Scuola Normale, al Pisa Book Festival, al festival Nessiah, alla Ludoteca Scientifica, al Premio Galilei;

per quanto riguarda i Beni Culturali si cita, ad esempio, la ricerca e l’acquisizione di opere d’arte, oggetti e manufatti di valore storico documentale originari del territorio, il sostegno alla riqualificazione di tratti di Mura fortificate ed annessi di valore storico non compresi nel PIUSS, il sostegno al recupero ed alla riqualificazione delle chiese e dei complessi monumentali del territorio in collaborazione con gli Enti proprietari;

per quanto riguarda l’ambito socio assistenziale prosegue il finanziamento delle progressive fasi realizzative del progetto di rilevanti dimensioni “Dopo di noi a Pisa” affidato alla responsabilità della omonima Fondazione di scopo appositamente costituita nel recente passato;

per quanto riguarda l’ambito della ricerca scientifica e tecnologica prosegue il sostegno alle attività ed iniziative che sta realizzando la Fondazione di scopo denominata “Fondazione pisana per la Scienza”, anch’essa di recente costituzione, con particolare attenzione al completamento tecnico ed organizzativo del Laboratorio di Geno-Proteomica.

b) contribuire alla realizzazione di specifici progetti sostenibili, e capaci di produrre valore per concorrere a favorire lo sviluppo socio economico del territorio, selezionati tra quelli proposti dal territorio stesso in risposta ai consueti avvisi che verranno emanati ad inizio anno nei tre settori di intervento.

c) erogare contributi per il sostegno annuale delle attività istituzionali stabilmente svolte sul territorio da soggetti espressioni dell’associazionismo locale che operano nell’area delle attività culturali nonché del volontariato e dell’assistenza alle categorie sociali deboli.

La Fondazione dal 2002 al 2013 ha reso disponibili per i contributi destinati ai 3 settori di intervento istituzionale ed al sistema del volontariato 120,71 milioni di euro, a cui si aggiungono i 12,76 milioni di euro deliberati per il 2014 (12,2 per i contributi istituzionali e 0,56 per il sistema del volontariato), per complessive risorse pari a 133,47 milioni di euro.

Dai 7,7 milioni di euro di risorse per le attività istituzionali stanziati nel 2002 si è passati ai 12,76 milioni di euro resi disponibili per il 2014 con un incremento del 65,12%.

Fonte: Fondazione Pisa

20131113-215613.jpg

You may also like

By