La Giornata Arcobaleno d’Estate al Camposanto Monumentale a Pisa

PISA – Il 21 giugno di ogni anno, solstizio d’estate, segna l’ingresso nella stagione turistica per eccellenza, specie nelle località litoranee quale è Pisa, e, come da tradizione, la ricorrenza è celebrata nella nostra città con un’iniziativa denominata “Giornata Arcobaleno d’Estate” che ha visto una visita guidata presso il Camposanto Monumentale alla presenza del Presidente e del Direttore di ConfCommercio Pisa Stefano Maestri Accesi e Federico Pieragnoli,del Sindaco del Comune di Pisa Michele Conti e dell’Assessore al Turismo Paolo Pesciatini, del Presidente della Provincia Massimiliano Angori, del Questore di Pisa Dr. Gaetano Bonaccorso, del Commissario della CCIAA Valter Tamburini e del Vice Direttore de “La Nazione” Piero Fachin, oltre ad altri rappresentanti dei Comuni della nostra Provincia.

di Giovanni Manenti

A fare da guida alle meraviglie del Camposanto Monumentale è stata Antonella Cinini di ConfGuide, la quale ha svolto il proprio compito con la consueta scioltezza e professionalità, rivelando ai partecipanti episodi anche inediti della storia della nostra città, nonché  piccoli “segreti” celati all’interno del Camposanto, pomeriggio poi concluso con un aperitivo offerto ai presenti presso il suggestivo scenario del 3.9 Tower Panoramic cafè & restaurant, il tutto all’insegna dell’ottimismo e della speranza che questa data possa significare la fine dell’emergenza sanitaria e della conseguente ripresa sia sociale che economica per il Paese.

Al riguardo, tale è l’augurio espresso dal Presidente di Confcommercio Stefano Maestri Accesi riferisce: “Si tratta di un’idea che nasce in collaborazione con la Regione Toscana ed il quotidiano “La Nazione” e per noi di ConfCommercio rappresenta il modo e l’occasione per formulare un augurio di una grande ripartenza alla città, alla Provincia ed a tutti gli imprenditori della nostra zona, oltretutto proveniente da Pisa, una città d’arte, ovvero uno dei luoghi che più di ogni altro ha sofferto questa pandemia, ed in collaborazione con le guide turistiche che rappresentano per noi una parte della filiera dell’ospitalità che ha maggiormente dovuto fare i conti con questo bruttissimo periodo che speriamo di essersi lasciato alle spalle“.
Già qualcosa in termini di ripresa del turismo si sta incominciando a vedere“, conclude Maestri Accesi, “anche se quest’anno lo stesso sarà principalmente un turismo di prossimità, ovvero nostri corregionali e connazionali che vengono a riscoprire le città d’arte, circostanza che non può farci nascondere alcune preoccupazioni al riguardo, in primo luogo sul tema della sicurezza che deve comportare un miglioramento del dialogo con le istituzioni nei cui confronti mettiamo sul piatto la nostra piena collaborazione tendente a scambiarci delle idee, ma soprattutto per fare quadrato e cercare se non di risolvere, quantomeno di limitare questo problema che viene da lontano, oltre a concentrarci sul tema delle infrastrutture onde evitare che ad essere privilegiata dai nuovi Piani di Investimento sia solo Firenze, e ciò non per mero campanilismo, ma in quanto appare quanto mai importante l’unione della zona litoranea con l’interno, citando a solo esempio la Stazione di Pisa che necessita di un miglioramento delle linee ferroviarie che la collegano al Capoluogo, in un’ottica di sviluppo per il turismo“.

Per l’amministrazione comunale, ha preso la parola l’Assessore al Turismo Paolo Pesciatini: “Con oggi si dia inizio alla nostra stagione estiva anche se Pisa, trattandosi di una città d’arte e cultura, apre le sue porte con un’offerta turistica diffusa nell’arco di tutti i 12 mesi, anche grazie al clima straordinario e mite che la contraddistingue, ma il 21 giugno rappresenta comunque l’occasione di celebrare l’inizio dell’estate attraverso un evento consolidato quale la “Giornata Arcobaleno d’Estate” che vede la Regione, il Comune, il quotidiano “La Nazione” e Confcommercio protagonisti proprio nell’ottica di aprire a tutti quanti la conoscenza approfondita delle bellezze storiche ed architettoniche che Pisa è in grado di offrire ai turisti“.


L’aspetto della ripresa economica, soprattutto sul tema del Turismo, è ripreso dal Vice Direttore de “La Nazione”, Piero Fachin: “Da questa iniziativa intendiamo come al solito sentirci a casa in ogni posto dove andiamo, e Pisa non può che essere uno di questi, rappresentando uno dei cinque luoghi in cui, in collaborazione con la regione Toscana, abbiamo organizzato altrettanti appuntamenti diversi nel segno della rinascita, poiché questo è stato indubbiamente un anno particolare, pensando che, perché questo potesse avvenire nel modo migliore possibile, si dovesse partire dall’arte e dalla cultura, ragion per cui non si poteva che venire a Pisa a visitare il Camposanto Monumentale assieme ai nostri lettori con cui rinsaldare un rapporto che in realtà non è mai venuto meno e che anzi forse il periodo di emergenza ha anche rafforzato, pur essendo rimasti oggettivamente lontani perché il lockdown ci impediva questo genere di iniziative ed è pertanto questo il momento di ricominciare e quest’oggi, in Piazza dei Miracoli, crediamo di averlo fatto nel migliore dei modi“. “Da un punto di vista strettamente editoriale”, conclude Fachin, “ci stiamo già impegnando in un’ottica di rilancio del turismo regionale, attraverso il racconto delle varie città e della loro capacità di formulare proposte nuove per ciò che riguarda la visita, con il circuito delle grandi città d’arte ed altri percorsi tematici con articoli a cadenza giornaliera, con il conforto che i primi positivi risultati già si vedono, poiché non solo sulla costa e comunque nelle località di mare le prenotazioni sono tornate in misura consistente, ma anche le visite turistiche in città quali Pisa e Firenze stanno davvero aumentando per tornare a livelli di massimo interesse, pur senza nascondere che c’è ancora molto da fare e bisogna recuperare quanto prima il tempo perduto“.

By