La Giornata della Solidarietà e una nota stonata: i ragazzi delle terze delle Biagi dimenticati in classe

PISA – Martedì 27 aprile 2017, si è svolta a Pisa l’edizione 2017 della Giornata della Solidarietà, organizzata dall’Associazione Nicola Ciardelli Onlus, con la collaborazione del Comune di Pisa; pur tuttavia in detta occasione, si è verificato un episodio increscioso, meritevole di essere segnalato, nella speranza che non possa, anzi non debba ripetersi, visto che questa importante giornata si tiene ormai ogni anno nel ricordo del maggiore Nicola Ciardelli, coinvolgendo le scuole e l’intera città.

Martedi mattina, infatti, le classi III A e III B della scuola primaria E. Biagi di Porta a Mare avrebbero dovuto partecipare alle attività sportive che si sono svolte al Palazzetto dello Sport di Pisa e fin dalle ore 8,30 erano pronti a partire: zainetto in spalla, tuta e un grande desiderio di partecipare ad una giornata così significativa. Ed in effetti, i pullman predisposti per il trasporto degli alunni della scuola Biagi si sono
presentati e con ordine hanno fatto salire a bordo i bambini delle classi seconde,
quelli delle classi quarte ed infine gli alunni delle classi quinte. Poi niente. i bŕambini delle due terze erano ancora in classe ad attendere l’arrivo del proprio autobus. Sì perché i conducenti dei mezzi (militari) avevano un planning con le indicazioni delle scuole da raggiungere e delle relative destinazioni. Il pullman n. 26 era quello destinato alle classi terze della scuola Biagi. Eppure questo autobus non è mai arrivato a destinazione. I bambini sono rimasti in classe tutta la mattina, peraltro privi di corredo scolastico, in attesa che qualcuno li andasse a prendere e con la speranza fino all’ultimo di poter partecipare all’evento programmato. Ma ahimé sono rimasti delusi, fortemente delusi. La circostanza aggravante è che sia la referente indicata dalla Associazione Nicola Ciardelli Onlus per le classi terze della scuola
Biagi, sia la Presidente di detta Associazione, Federica Ciardelli, raggiunte telefonicamente, avevano rassicurato le insegnanti riferendo che avrebbero inviato al più presto l’automezzo a prelevare i bambini. Al danno quindi la beffa! Gli organi di stampa hanno legittimamente dato ampia cassa di risonanza ad una giornata evidentemente importante anche per l’intensità del tema scelto quest’anno ‘Insieme, per il rispetto della dignità di ogni essere umano’, nonché per i luoghi di studio e di ricerca, di cura e di accoglienza, aperti a tutte le scolaresche.

Certamente, anche i nostri bambini avrebbero partecipato con entusiasmo ad una giornata aperta e vissuta con i sorrisi di tutti gli studenti pisani. Ma così non è stato e non per loro volontà: questi 45 bambini non hanno potuto partecipare per circostanze non note ed inspiegabili. Questo è il ricordo che avranno di questa giornata e questa è
senz’altro una nota stonata!!!

Fonte: I genitori delle terze Scuole Elem. Biagi

By