La giornata mondiale contro l’amianto. Anche a Pisa si celebrerà

Pisa – Si stanziano a oltre 4000 i morti per amianto in Italia, 11 al giorno, una ogni due ore per mesotelioma pleurico o altri tumori asbesto correlati. E’ per questo che il 28 Aprile è stata istituita la Giornata mondiale contro l’amianto.

Sono passati 25 anni dalla sua messa al bando, nel 1992, ma l’amianto continua a uccidere: sono morte silenziose quelle per malattie contratte nei luoghi di lavoro, non sempre i processi hanno fatto luce sulle  responsabilità conclusisi con incredibili associazioni o irrisori risarcimenti.
I dati Inail parlano solo tra il 1993 e il 2008 di 16 mila casi accertati, è bene sapere che l’aspettativa di vita è piuttosto bassa e la morte arriva dopo lunghe sofferenze.
Negli ultimi anni si è abbassata la guardia nella lotta contro le malattie contratte per causa di lavoro, le stesse statistiche non sempre vengono aggiornate.
Anche a Pisa, i delegati e i lavoratori indipendenti celebreranno tale giornata ricordando che la bonifica delle aree contaminate, che è ancora lontana dal divenire realtà

 

By