La Giunta Ghimenti licenzia il “falso architetto”

CALCI – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Gruppo Consiliare Uniti Per Calci.

Tutto è iniziato ad Agosto 2016 quando l’Ordine degli Architetti, tramite una lettera infuocata, denunciava che il responsabile del settore 5 “Lavori Pubblici” non risultava in possesso né del titolo di Dottore in Architettura né della necessaria abilitazione professionale e che la procedura intrapresa per la costruzione della nuova scuola media era al quanto discutibile.

Dal quel momento, la vicenda è letteralmente scoppiata in mano al Sindaco Ghimenti che, solo grazie all’opera della minoranza, è dovuto uscire allo scoperto per convincere la cittadinanza che nulla di grave stava accadendo. Voleva far passare il messaggio che era una svista e che il titolo di Dott.-Architetto gli veniva conferito solo “Per mera forma di cortesia”!! Nonostante la sospensione dal lavoro, avvenuta ad ottobre, esattamente due mesi dopo gli veniva erogato pure il premio di risultato per le ottime performance ottenute (!?).

Il bello ha da venire! Il 21 Settembre 2017, un anno dopo il misfatto, il Segretario Comunale ci comunica che, con apposito provvedimento, l’Amministrazione Ghimenti ha licenziato l’ex responsabile del settore lavori pubblici, oramai in pensione, provvedendo inoltre al recupero delle somme indebitamente percepite negli ultimi sei mesi di lavoro e non dal periodo in cui Il Sindaco Ghimenti l’ha nominato responsabile del settore lavori pubblici con la qualifica di Dottore Architetto e cioè da Giugno 2014.

Una vera Pagliacciata, per non dire peggio!! Ma non è tutto! siamo venuti a sapere solo ora che la Procura della Repubblica in data 9 maggio 2017 ha comunicato di aver chiesto l’archiviazione del caso, in quanto, anche secondo il parere di un noto avvocato di Pisa, l’Amministrazione in carica non ha correttamente prospettato alla Procura la gravità del caso, limitandosi a suggerire ipotesi di illecito quasi da pacca sulla spalla. Fatto sta che la Giunta Ghimenti avrebbe potuto e dovuto opporsi all’archiviazione e non l’ha fatto! Cosa ancora più grave è che dinanzi a questo episodio che ha visto la firma di progetti importanti da parte del sedicente architetto, il Segretario Comunale, non ha mai ricevuto nessun mandato della Giunta Ghimenti per un supporto legale da parte di uno studio competente in materia, col solo scopo di capire come potersi muovere.
Alla fine la Giunta Ghimenti, che sui giornali ci additava di fare “gogna mediatica” e ci definiva “bugiardi come Pinocchio”, farà passare il messaggio che i disonesti possono farla franca… basta aiutarli !!

Perché da subito hanno voluto nascondere e minimizzare la vicenda?

Perché mai nessuno ha controllato che avesse realmente quel titolo e perché c’è voluto così tanto tempo per ammettere una verità ormai conclamata ?

Quanti e quali progetti ha firmato il falso architetto? Li poteva firmare?

Perché non hanno voluto appoggiarsi ad uno studio legale competente invece di gestire la questione “ in famiglia” ?

Il Sindaco Ghimenti aveva promessa “fermezza e pugno duro” ed invece ci ha reso ridicoli, prendendo letteralmente in giro tutta la cittadinanza. Cosa aspetta a dimettersi ?

Fonte: i Consiglieri
Giulio Messerini, Maila Mangini, Paolo Lazzerini

By