La IX edizione del Pisa Gospel Festival, con i Voices of Heaven, al Teatro Verdi di Pisa

PISA – Per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne mercoledì 21 novembre al Teatro Verdi (ore 21.15) un grande concerto di musica gospel con la IX edizione del Pisa Gospel Festival®.

Quest’anno, infatti, il ricavato del più importante evento di musica gospel e spiritual della città andrà a sostenere il centro antiviolenza della Casa della donna. Per l’occasione il Voices of Heaven Gospel Choir, che conta 25 elementi ed è diretto dal maestro Sandro Macelloni, si esibirà al fianco della soprano americana Lynn Campbell, le cui performance hanno riscosso grande successo in numerosi paesi dell’Europa, del Sud America e degli Stati Uniti. È possibile acquistare i biglietti presso il Teatro Verdi oppure online su VivaTicket.it.

Fin dalla sua nascita nel 2006 – spiega la presidente Francesca Angiullil’associazione culturale Voices of Heaven Gospel Choir ha come scopo l’impegno nel sociale e la beneficenza. Tutti i suoi componenti, coristi e direttore, sono volontari e i proventi dell’associazione sono da sempre reinvestiti per promuovere iniziative a sostegno di enti e associazioni presenti sul territorio”. “Una delle nostre finalità – aggiunge il direttore Sandro Macelloni – è la promozione e la divulgazione della musica spiritual e gospel. Durante i nostri concerti cerchiamo di avvicinare il pubblico ad un repertorio nato durante il periodo dello schiavismo e tramandato in maggior parte per via orale che è alla base di molti generi musicali oggi conosciuti”.

Siamo davvero contentedichiara Carla Pochini, presidente della Casa della donna – che un’importante manifestazione come il Pisa Gospel Festival abbia scelto di sostenere il nostro centro antiviolenza. Con il ricavato del concerto potenzieremo lo sportello antiviolenza itinerante che abbiamo da poco attivato nei comuni di Vecchiano, S. Giuliano Terme, Calci, Vicopisano, Fauglia e Crespina-Lorenzana. Un servizio di ascolto e accoglienza che ci permette di essere più vicine alle donne vittime di violenza ma che ha bisogno di risorse per diffondersi e radicarsi sul territorio. Ecco perché – continua Pochini – questo concerto è davvero da non perdere. Una grande occasione per assistere ad un bellissimo evento musicale e, allo stesso tempo, fare qualcosa di concreto contro la violenza sulle donne”.

Nel corso della conferenza stampa, che si è tenuta stamani alla Casa della donna, sono stati presentati anche gli ultimi dati del centro antiviolenza. “Le donne che si rivolgono al nostro centro sono in costante aumento”, ha sottolineato la coordinatrice Giovanna Zitiello. “Complessivamente dal 2016 ad oggi abbiamo accolto 770 donne: nel 2016 si sono rivolte a noi 215 donne vittime di violenza, mentre nel 2017 siamo passate a 276, un numero che ad ottobre 2018 abbiamo già superato. Da gennaio di quest’anno, infatti, sono 279 le donne che ci hanno contattate e per la fine dell’anno contiamo di superare le 300. In maggioranza sono di origine italiana (209) e – spiega Zitiello – ben 105 hanno intrapreso un percorso di uscita dalla violenza. Si tratta in gran parte di donne con figli, tra 40-49 anni, vittime soprattutto di violenza psicologica, fisica ed economica da parte di partner o ex partner. Un dato significativo che stiamo registrando negli ultimi due anni riguarda i canali attraverso cui le donne vengono a conoscenza del nostro centro: oltre al passaparola, è soprattutto grazie ad internet e ai social network che le donne arrivano a noi, a dimostrazione – conclude Zitiello – di quanto oggi il web e soprattutto i social rappresentino uno straordinario strumento di informazione e sensibilizzazione, non solo per le più giovani”.

By