La Lega di serie B auspica chiarezza. “Solo un offerta rispetta le credenziali richieste”

PISA – Dopo il comunicato inviato agli organi di stampa dalla Carrara Holding non tarda ad arrivare il comunicato della Lega di serie B. Il pesidente della Lega Andrea Abodi e’ al lavoro per mediare tra la famiglia Petroni e i due soggetti interessati alla società nerazzurro, sottolineando che delle due offerte solo una ha fornito tutta la documentazione necessaria è richiesta.

“Auspico che il confronto, che deve riguardare la parte venditrice e quella promotrice della migliore offerta, inizi nelle prossime ore La Lega Nazionale Professionisti B prende atto del comunicato con il quale Carrara Holding manifesta la volontà di dare seguito alla procedura di vendita dell’Ac Pisa 1909, giunta ormai alla fase finale dopo l’arrivo delle offerte vincolanti di acquisto fatte pervenire alla Lega B lo scorso 22 novembre sulla base di uno schema condiviso con il socio unico del club. Nel rispetto assoluto della decisione finale, che dovrà essere assunta solo ed esclusivamente dalla proprietà del Pisa, la Lega B non può non rimarcare la fondamentale e imprescindibile rilevanza degli aspetti formali e sostanziali della procedura adottata per selezione i potenziali investitori, strutturata e gestita con la piena condivisione della proprietà.

A tale proposito, nel rispetto della trasparenza e della correttezza formale e sostanziale di tale procedura, non possiamo non rilevare di aver ricevuto una sola offerta corredata da tutta la documentazione richiesta, a partire dalla lettera di credenziali bancarie e dal deposito cauzionale presso la Lega B del 10% dell’Enterprise Value da parte di Magico Srl, associata alla Viris e Unigasket. Rileviamo altresì che la seconda offerta ricevuta, senza entrare nel merito dei contenuti economici e di progetto, sia pervenuta con evidenti lacune formali e sostanziali. Promuovendo questa iniziativa finalizzata alla cessione del club, la Lega si è posta come garante per il soggetto venditore e per quelli interessanti ad acquistare, senza sottovalutare la tutela dell’interesse generale che ha rappresentato la principale motivazione di un’assunzione di responsabilità da parte di una Lega mai presa prima in Italia. Ferme restando le titolarità inalienabili in capo al soggetto proprietario del club, s’invita lo stesso a operare nel rispetto della procedura, che distingue l’offerta migliore, anche negli aspetti documentali, con eventuali altre offerte. Al fine di arrivare nel più breve tempo possibile alla definizione del quadro, si auspica vivamente che il confronto tecnico sull’offerta vincolante, che riguarderà esclusivamente la parte venditrice e l’unico soggetto che ha presentato l’offerta completa nei suoi aspetti formali e sostanziali, possa iniziare a partire dalle prossime ore”.

By