La Luminara 2017: novità e programma. 16, 17 e 18 Giugno all’insegna di lumini, Regata e tanto altro

Pisa – Si è svolta questa mattina, 10 Giugno 2017,alle ore 11.30 presso il palazzo Gambacorti, la conferenza di presentazione della festa più attesa dell’anno: La Luminara. Tra le news, anch la diretta Rai con immagini della città. Il sindaco Filippeschi dichiara: “Credo abbiamo raggiunto il livello più alto mai visto finora. Ogni anno c’è un record”.

Al seguente link è possibile vedere alcune parti della conferenza

Articolo di Maria Bruno

La suggestiva festa, ormai un cult della città di Pisa, torna con molteplici novità. Si svolgerà il 16, 17 e 18 Giugno, e sarà una manifestazione di alto livello.

Come ha spiegato l’Assessore Federico Eligi, assieme a Michele Aiello, quest’anno il livello della manifestazione sarà più alto, sempre in crescita e con molte novità.

Il programma, dettagliato e articolato prevede per ogni giorno delle manifestazioni precise e al contempo attrattive uniche.

Il 16 Giugno: il primo giorno, sull’imbrunire, si rinnoverà l’incantesimo della Luminara di San Ranieri sul Lungarno. I lumini vengono meticolosamente deposti in bicchieri, ed appesi in telai di legno, dipinti di bianco (in gergo: “biancheria”), modellati in modo da esaltare le sagome dei palazzi, dei ponti, delle chiese e delle torri che si affacciano sui lungarni pisani. Quest’anno saranno illuminati 133 palazzi. In totale 110mila lumini che specchiandosi sull’Arno creano un meraviglioso e suggestivo spettacolo unico al mondo iscritta nella lista dei Patrimoni Italiani Unesco. L’accensione vedrà l’impegno di 300 persone con 44 autoscale per iniziare l’accensione dei lumini che faranno entrare ancora una volta Pisa nella magia della notte di San Ranieri. Alle 21.00 circa l’accensione dell’illuminazione della Torre Pendente. In piazza dei Cavalieri dalle 21.00 alle 23.00 uno spettacolo dedicato a Kinzica. Alle 23.15 circa l’inizio dello spettacolo pirotecnico-musicale sui lungarni, con 16 chiatte posizionate sul fiume, record assoluto, dal ponte della Cittadella al ponte della Fortezza, e una postazione alla Cittadella. Per la musica saranno posizionate 10 torri layer lungo tutti i lungarni dove vengono sparati i fuochi. Nei pressi dello scalo dei Renaioli ci sarà una postazione riservata ai disabile per consentire a tutti di godere appieno dello spettacolo.

Il Palio di San Ranieri – Nel giorno del santo patrono il 17 giugno di ogni anno, si svolge il palio remiero di San Ranieri: le quattro imbarcazioni che rappresentano i quattro antichi quartieri della città si confrontano sulle acque dell’Arno. Ogni quartiere è contraddistinto dai propri colori: rosso per San Martino, verde per Sant’Antonio, celeste per Santa Maria, giallo per San Francesco. Saranno allestiti due maxischermi, sia per il Palio sia per la Regata, uno all’altezza di Ponte Solferino e uno all’altezza di Ponte della Fortezza. Il programma – Alle 21 la regata dei gozzi che determinerà l’ordine di partenza della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare di domenica. Alle 21.30 la sfilata sul fiume con l’esposizione della Pala di San Ranieri e il corteo dei figuranti del palio e allievi della Scuola di Formazione delle Manifestazioni Storiche del Comune. Alle 22.30 la partenza, arrivo allo Scalo dei Renaioli. Il percorso del Palio: 1500 metri controcorrente dal Ponte della Cittadella presso la sede dei Canottieri Arno ed arrivo allo Scalo dei Renaioli. Le imbarcazioni impiegate si ispirano alle tipiche “fregate ” dell’ordine dei Cavalieri di Santo Stefano: sono costruite in vetroresina a sedile fisso. L’equipaggio è formato da otto vogatori, il timoniere ed il montatore. Quest’ultimo si deve arrampicare su uno dei 4 canapi che raggiungono la sommità di un pennone alto 10 metri, posto al traguardo, e afferrare il palio azzurro, simbolo della vittoria. Due (simbolici) paperi invece rappresentano il poco ambito riconoscimento per gli ultimi classificati.

Il 17 Giugno ci sarà la storica Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, che vedrà la contesa tra Amalfi, Venezia e Genova nella conquista della 62° edizione del Trofeo delle Antiche Repubbliche Marinare.  Dopo 4 anni la regata torna sull’Arno, con i lungarni che esalteranno la loro vocazione di “teatro naturale” per la sfida sul fiume. Diretta Rai con immagini della città. Il percorso della gara è di 2000 metri in linea e a Pisa si sviluppa controcorrente lungo l’Arno. La sfida è preceduta da un bellissimo corteo con 320 figuranti, 80 per ogni Repubblica. Alle ore 18.00 in piazza delle Vettovaglie la presentazione degli equipaggi. Alle 21.00, prima del Palio di San Ranieri, la regata dei gozzi che determinerà l’ordine di partenza di domenica.  Entrambi i giorni al Fortilizio della Torre Guelfa alla Cittadella dalle 16 alle 21 appuntamento con i vini pisani e la Fisar: il “Pisano più schietto”.

Domenica 18 giugno dalle 8.30 in Logge di Banchi la mostra di auto storiche con alle 15 sfilata sui lungarni. Per l’occasione sarà disponibile uno speciale annullo filatelico. Alle 15.45 la partenza del corteo storico, alle 17.30 la partenza della Regata. La sera in piazza dei Cavalieri alle 21.00 lo spettacolo musicale con i Night Fishers e alle 22.30 la premiazione dei vincitori.

E’ stata potenziata anche la modalità di arrivo in città, sia dai paesi limitrofi che da lontano, grazie all’intensificazione del Pisa Mover, navette e treni speciali.

 

 

By