La Parrocchia di San Biagio si prepara a festeggiare il suo patrono

PISA – La Parrocchia di San Biagio, nel quartiere di Cisanello a Pisa, si prepara a vivere, anche “in tempo di Covid”, la festa del proprio patrono, il vescovo martire Biagio di Sebaste (in Armenia), medico vissuto tra il III e il IV secolo, il culto del quale lo vede invocato, in particolare, per la protezione della gola e contro i mali di stagione.

La ricorrenza cade il 3 febbraio, mercoledì; in vista di allora, è in agenda tutta una serie di iniziative, per lo svolgimento delle quali saranno rispettate, ovviamente, tutte le norme e le precauzioni necessarie, così da poter partecipare in sicurezza ai vari momenti: compresi quello della benedizione della gola (che sarà impartita senza contatto, mantenendo la distanza); e quello della consegna delle “piccette” (tipici panini all’anice dal gusto dolce-sapido, confezionati singolarmente dal forno produttore, in conformità alle norme
HACCP), la cui distribuzione è associata a una raccolta di offerte destinate alle famiglie bisognose del quartiere.

Questi gli appuntamenti
in programma

Lunedì 1 febbraio (ore 18), messa
con professione di fede dei cresimandi,
benedizione della gola e distribuzione delle
piccette.

Martedì 2 febbraio (ore 18),
presentazione del Signore, celebrazione della messa, benedizione delle candele e della gola, distribuzione delle piccette.

Mercoledì 3 febbraio: ore 11, messa con benedizione della gola; ore 18, messa solenne presieduta dal Vescovo di Volterra, Alberto Silvani, con benedizione della gola, distribuzione delle piccette e la presenza, quali ospiti, di alcuni sanitari del nuovo S. Chiara di Cisanello che hanno lottato contro il Covid.

By