La partita “normale” di mister Francesco Cozza

PISA – Per mister Ciccio Cozza Pisa-Catanzaro sarà una gara come le altre. Il grande ex della partita di domenica della sfida dell’Arena, nella conferenza stampa della ripresa lo ha fatto intendere con grande compostezza e professionalità a dispetto di chi magari avrebbe voluto sentirgli dire qualcosa di diverso e di più pepato o addirittura di piu’ velenoso.

Nessun desiderio di rivincita né spirito di rivalsa per il tecnico, ma solo l’obiettivo di raccogliere il più possibile dal match dalla sua squadra, il Pisa. È trascorso oltre un mese da quando Cozza è arrivato all’ombra della Torre Pendente e ne sono passati nove da quando invece era alla guida del Catanzaro dove ha vissuto due stagioni intense in una piazza calda ed esigente che per alcuni versi – tra passato glorioso, purgatorio e fallimenti – somiglia proprio a quella nerazzurra. Il trainer, alla sua prima vera panchina, ha saputo portare la squadra calabrese alla promozione dalla Seconda alla Prima Divisione e restituire all’ambiente una categoria più consona al proprio blasone. Poi la dolorosa separazione dello scorso aprile. Una parentesi chiusa, un’esperienza archiviata come è normale e giusto che sia.

Adesso la cosa importante per il tecnico nerazzurro arrivato a Pisa per far bene, è pensare alla sua squadra e ai suoi ragazzi – soprattutto alla ripresa dei reduci dall’influenza, Pellegrini in primis dato che sarà fondamentale per la fascia destra, ma anche Crescenzi rinforzo opportuno di gennaio per la difesa – per preparare al meglio la partita di domenica mettendo a punto tutti i meccanismi. Studiare l’avversario e aspettarlo con la giusta determinazione puntando dritto ai tre punti, solo questo pretende il tecnico.

Del resto, come ha affermato Cozza senza mezzi termini: “A me del Catanzaro non frega nulla, a me interessa solo del Pisa. Sono loro che si devono preoccupare di noi”. E così sia.

ALETI’

SOTTO CICCIO COZZA DIALOGA CON IL DG FABRIZIO LUCCHESI (Foto Fabio Lelli)

 

20140128-234633.jpg

By