La Polizia Municipale festeggia San Sebastiano

PISA – La ricorrenza della celebrazione del Martirio di San Sebastiano, Patrono delle Polizie Municipali, avvenuta mercoledì 20 gennaio 2021 presso la Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno mediante una Santa Messa officiata dall’Arcivescovo di Pisa Mons. Giovanni Paolo Benotto, alla presenza delle massime autorità civili e militari, è stata altresì l’occasione per fare il bilancio dell’attività svolta nell’ambito cittadino nel corso dello scorso anno 2020.

di Giovanni Manenti

Una stagione, come a tutti noto, caratterizzata dai periodi – più o meno lunghi e più o meno serrati – di Lockdown che hanno in parte modificato ile attività degli Agenti, chiamati al rispetto delle norme in materia di contenimento dell’emergenza sanitaria, un settore dal quale sono state riscontrate 136 violazioni per i vari aspetti di mancato uso della mascherina, mancato rispetto delle distanze prescritte come degli orari di chiusura degli esercizi commerciali, oltre a svolgere un capillare servizio antidegrado lungo l’asse centrale cittadino, ovvero dalla Stazione, Piazza Vittorio Emanuele II, Corso Italia e Borgo.

Su quest’ultimo versante, sono stati notificati 37 Daspo urbani per violazione delle norme del Regolamento di Polizia Urbana, oltre all’identificazione ed all’allontanamento di alcune centinaia di persone senza fissa dimora o non in regola con il permesso di soggiorno, qualora si trattasse di stranieri, al pari di capillari interventi per ciò che concerne il commercio abusivo (in particolare in Piazza del Duomo e sul Litorale …) che hanno permesso di procedere a ben 78 sequestri di merce per oltre 10mila articoli sottratti alla vendita, mentre il Litorale è stato anche oggetto di 70 accertamenti di rilevanza ambientale quali abbandono di rifiuti e quant’altro, oltre all’emissione di 38 verbali di contestazione per l’occupazione di seconde case in periodi vietati dai DPCM all’epoca in vigore …
Anche se con una circolazione stradale ridotta per effetto delle norme anti-Covid, nel corso del 2020 si sono comunque rilevati 809 incidenti, di cui 3 con esito mortale e 12 di rilevanza penale per il reato di “lesioni stradali gravi”, mentre sotto l’aspetto puramente amministrativo sono stati elevati oltre 104mila verbali di violazione alle norme del Codice della Strada, di cui oltre 61mila a fronte accessi abusivi in Zone a Traffico Limitato.

Particolarmente seguita è stata la zona della Stazione, presidiata sia dal Nucleo Operativo di Sicurezza Urbana che dal Nucleo Operativo Stazione, la cui attività ha consentito di procedere all’identificazione e controllo di 215 persona (tra italiani e stranieri), alla quale sono seguite 29 informative all’Autorità Giudiziaria con altrettante denunce, l’emissione di 20 Daspo urbani ed alcune decine di verbali per violazione di Leggi statali e regionali, oltre a 28 sequestri tra denaro e merce, iniziative a cui hanno fatto di contorno gli avvenuti sgomberi di 16 immobili abusivamente occupati nonché, grazie all’impiego dei cani antidroga, il rinvenimento in quattro occasioni di sostanze stupefacenti.

In sintesi, una attività quanto mai attenta ed indirizzata su tutte le zone nevralgiche della città, resa possibile anche grazie al grande impegno della Centrale Operativa, aperta ininterrottamente tutti i giorni e cha ha ricevuto oltre 7mila chiamate da parte dei singoli cittadini, oltre a quasi 8mila segnalazioni radio delle pattuglie impiegate sul territorio, nonché alla gestione delle immagini registrate dal sistema di videosorveglianza comunale, rispetto alla quale l’Assessore alla Sicurezza Dott.ssa Giovanna Bonanno così si è espressa: “Non posso in questa ricorrenza che ringraziare la Polizia Municipale per il grande lavoro svolto in un 2020 per molti versi drammatico in quanto caratterizzato da questa grave pandemia, ma che ha sempre visto i nostri Agenti, al pari delle altre Forze dell’Ordine, operare in prima linea per tutelare e salvaguardare la salute e la sicurezza dei cittadini“.

L’avvenuto cambio al vertice della Polizia Municipale“, prosegue l’Assessore, “non ha apportato eccessive problematiche dal momento che il nuovo Comandante Dott. Messerini era già in organico da 14 mesi prima dell insediamento avvenuto ad inizio novembre scorso e quindi aveva avuto modo di constatare quelle che sono le criticità di una città come Pisa, per cui questo cambio di ruolo non ha determinato altro che una prosecuzione di quelli che erano i progetti e le strategie messe in atto nell’ambito delle attività di vigilanza urbana“.

La dimostrazione della bontà dei servizi svolti“, conclude la Dr.ssa Bonanno, “è certificata dai numerosi attestati di encomio ed elogio ai nostri agenti che andiamo quest’oggi a consegnare, proprio perché le operazioni che abbiamo condotto e portato a buon fine sono state veramente tante e ci sembra giusto e doveroso come Amministrazione dare un riconoscimento a coloro che si sono distinti per l’impegno, il sacrificio e la professionalità in queste attività, oltre a consegnare altresì una targa agli agenti ed agli Ispettori che durante il 2020 sono andati in pensione e che durante l’intera loro carriera hanno onorato nel migliore dei modi i vari ruoli nel tempo ricoperti“.

Da parte sua, il Comandante Alberto Messerini, ha ritenuto dover sottolineare come: “il 2020 sia stato per la Polizia Municipale un anno particolarmente impegnativo, in quanto abbiamo dovuto coniugare lo svolgimento di tutte le nostre attività giornaliere con quelle ricollegabili alle problematiche legate all’emergenza sanitaria in atto, il che ha determinato un’attività ancor più incisiva al servizio e per la tutela dei cittadini, il che mi consente di concludere come sia stata una stagione sì faticosa, ma tutto sommato molto proficua, augurandoci che sotto questo punto di vista il 2021 possa essere più tranquillo, pur garantendo la costanza dell’impegno da parte dei nostri agenti“.

E per ottenere questi risultati“, prosegue il Comandante, “quotidianamente lavoriamo a stretto contatto con le altre Forze dell’Ordine, ovvero con la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza, sotto la supervisione ed il coordinamento della Prefettura, il che determina un rapporto di sinergia quanto mai proficuo oltre che di crescita professionale, ma soprattutto di una fondamentale utilità per la Citta, poiché ci consente non solo di presidiare più punti critici, ma altresì di mettere in campo tutte le forze migliori di cui le singole unità possono disporre“.

Sotto l’aspetto della copertura degli organici“, conclude il Dr. Messerini, “nel 2020 si sono registrate alcune dismissioni per raggiunti limiti di età, a fronte delle quali peraltro l’Amministrazione Comunale aveva già provveduto alla relativa copertura con diverse assunzioni, così come altre sono in programma per il corrente anno proprio perché i nostri addetti hanno bisogno non solo di essere numericamente adeguati, ma anche di energie fresche e su questo versante mi preme rilevare come le nuove leve si stiano assolutamente dimostrando all’altezza della situazione, in quanto trattasi di ragazzi e ragazze molto preparati sotto ogni punto di vista, ed in più è stato altresì rafforzato il Nucleo Cinofilo attraverso l’acquisto di un terzo cane che va pertanto ad affiancare i due precedenti specializzati nel settore antidroga, mentre quest’ultimo sta svolgendo un addestramento per essere successivamente impiegato in compiti di sicurezza“.

By