La Polizia Municipale sequestra hashish ed ecstasy nascoste al Giardino Scotto

PISA – Proseguono i controlli della Polizia Municipale per il contrasto alle situazioni di illegalità e per garantire il rispetto delle disposizioni anti Covid in un momento particolarmente critico a causa dell’innalzamento dei contagi.

Nei giorni scorsi gli agenti dell’Unità cinofila hanno controllato vari punti della città dove maggiore è il consumo e la cessione di stupefacenti, passando al setaccio varie zone tra cui quella della Stazione, quella di piazza Vittorio Emanuele e tutto l’asse pedonale che da Corso Italia arriva fino in Borgo Largo; particolare attenzione è stata riservata a piazza delle Vettovaglie ed ai vicoli adiacenti. Grazie al fiuto dei cani antidroga è stato possibile ritrovare, occultati all’interno di una siepe di Giardino Scotto, alcuni grammi di hashish e alcune pasticche di ecstasy. Il materiale è stato sequestrato e va ad aggiungersi alle altre sostanze stupefacenti fino ad ora fiutate e scoperte dagli “agenti a quattro zampe”.

Nell’ultimo fine settimana la Polizia Municipale ha inoltre intensificato i propri servizi per il controllo sul rispetto delle normative anti Covid, sia in ambito cittadino che sul Litorale. In coordinamento con la Questura gli agenti di via Battisti hanno presidiato varie zone del centro storico dove è più alto il rischio di assembramenti; sono state controllate 103 persone, 82 veicoli ed 11 attività commerciali; due sono state le sanzioni per mancato uso della mascherina elevate in Borgo Stretto.

Per quanto riguarda il contrasto all’abusivismo commerciale il nucleo antidegrado, in servizio nella zona della Stazione, ha rinvenuto, in via Vespucci, un involucro occultato in un contatore del gas, all’interno del quale vi erano 511 etichette di note griffes di moda pronte per essere apposte su borse ed altri accessori di pelletteria così da falsificare il prodotto ed immetterlo nel mercato irregolare. Il materiale è stato sequestrato ed è stata inoltrata notizia di reato a carico di ignoti.

«Non si fermano le attività della Polizia Municipale per contrastare tutte le situazioni di illegalità – dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – e per assicurare il pieno rispetto delle regole anticovid. Dopo la chiusura di due attività commerciali in via Cattaneo a causa di assembramenti, sono proseguiti per tutto il weekend i servizi di controlli nel centro storico e nelle zone più critiche della città per garantire presidi costanti a tutela della salute e sicurezza dei nostri concittadini. Parallelamente rimane massima l’attenzione nel reprimere i fenomeni dello spaccio di droga e dell’abusivismo commerciale, come dimostrano i risultati conseguiti nei giorni scorsi per i quali ringrazio ancora una volta gli agenti che con enorme impegno e dedizione svolgono quotidianamente un grande lavoro».

Bonanno sottolinea infine il ruolo svolto dagli agenti nella vicenda della giovane madre camerunense, rifugiata politica e residente nel Comune di Arezzo, che venerdì scorso si è ritrovata a Pisa senza soldi in tasca, con due figli piccolissimi e con rischio di ritrovarsi senza un tetto per la notte. «La donna – conclude Bonanno – si è rivolta, chiedendo loro aiuto, a due vigili del servizio di prossimità che, dopo averla ascoltata e rassicurata, si sono attivati immediatamente con gli operatori dell’unità di strada della Società della Salute della Zona Pisana, per poter garantire ed evitare alla giovane madre e ai sui bambini di non trascorrere la notte in strada. Un intervento che evidenzia la prontezza, professionalità e sensibilità dei nostri agenti, che voglio sentitamente ringraziare per quanto fatto così come ringrazio parimenti gli operatori dell’Unità di strada».

By