Prima piena dell’Arno: la situazione

PISA – Oggi arriva la prima piena dell’Arno di questa stagione autunnale, causata dalle piogge degli ultimi giorni. Vediamo la situazione.

LUNGARNI PISANI – Sono giunte in redazione alcune foto della situazione dell’Arno di questa mattina, che visivamente fa un po’ paura, ma non deve destare preoccupazione. Infatti i venti e il mare, con i vari canali, non impediscono all’acqua di defluire.

FIRENZE – Da Firenze l’Arno resta sempre sopra il primo livello di guardia, ma i livelli sono in leggero calo. La Protezione civile fiorentina riferisce che: “nel comune di Incisa, l’Arno è attualmente a 4,80 metri mentre alla stazione di Firenze Uffizi è di 3,22 metri. L’allerta meteo, con criticità elevata, è in atto fino a stasera a mezzanotte.

AGGIORNAMENTO ORE 16 – La Provincia di Pisa informa che la piena è “di proporzioni che rientrano in un quadro di normale sorveglianza e non saranno dunque installate le dighe a Panconcelli, intervento che in un primo momento era stato prospettato nel caso in cui lo scenario avesse dovuto svilupparsi secondo le ipotesi più preoccupanti, La piena è in ordine ai movimenti e agli sviluppi della perturbazione che ha messo in ginocchio la Toscana meridionale: previsioni che, per l’asta dell’Arno, indicavano orizzonti evolutivi compresi all’interno di una forbice molto ampia, tra le evenienze più critiche (connesse a fattori tra cui possibili massicce precipitazioni nei bacini degli affluenti del fiume, specialmente quelli di destra) e gli scenari, invece, più tranquillizzanti, che si sono in realtà concretizzati nelle ore notturne”. La Provincia ha dato anche disponibilità “all’invio di un mezzo per il trasporto di un’idrovora ad alta capacità, pattuglie della polizia provinciale e tecnici esperti in gestione delle calamità naturali”.

 

You may also like

By