La rievocazione della battaglia del 10 luglio 1500 al Parco delle Concette a Pisa

PISA – Si è svolta sabato 10 luglio al Parco delle Concette, la cerimonia in ricordo dell’eroica difesa della nostra città dall’assedio portato dalle forze fiorentine alleate con truppe francesi e che viceversa, proprio il 10 luglio del 1500, si dovettero ritirare rinunciando, almeno per il momento, a togliere a Pisa quella indipendenza da poco riconquistata, periodo passato alla Storia come Seconda Repubblica Pisana.

di Giovanni Manenti


Una cerimonia con costumi, armi ed armature dell’epoca fortemente voluta dall’assessore alle Tradizioni Storiche Filippo Bedini, che ha così commentato la rievocazione: “Mi sento in dovere di ringraziare l’Associazione dei Balestrieri di Porta San Marco ed in particolare il loro Presidente Cristiano Scarpellini il collaboratore Renzo Ciangherotti per avere il secondo anno consecutivo ricordato, qui alle brecce del Parco delle Concette, un episodio importante della Storia di Pisa come ce ne sono tanti altri, che cade nel periodo della Seconda Repubblica Pisana e che celebra la resistenza – altresì definita la “Guerra di Popolo” da parte degli storici – dei pisani contro gli eserciti fiorentino e francese che avrebbero voluto nuovamente togliere alla città quella indipendenza riacquisita pochi anni prima, anche se poi, purtroppo, destinata a durare per poco altro tempo ancora, rappresentando un esempio di virtù, coraggio ed amore per la città, oltre a dimostrare un enorme desiderio di indipendenza e libertà“.

Oltre a questa rievocazione“, conclude Bedini, “stiamo predisponendo un calendario che copra l’intero anno ed in cui inserire le varie ricorrenze di eventi storici per ricreare iniziative analoghe a quella di stamattina, oltretutto in un periodo di auspicata ripartenza ma con ancora alcune restrizioni da rispettare, così da poter offrire ai residenti ed ai turisti delle occasioni di approfondimento e di conoscenza, in quanto riteniamo che in questo modo si abbia la possibilità di riscoprire e di affermare un senso di appartenenza, nonché una fierezza per la propria identità e la ragione di essere comunità cittadina, così che l’importanza di risalire alle proprie radici diviene un aspetto fondamentale per una comunità che deve affondare le proprie idee per il futuro“.

By