La risposta del Comune alla manifestazione sei Bancarellai: “Ci sarà confronto solo nel rispetto delle regole”

PISA – Dopo la manifestazione indetta dai bancarellai, il Comune di Pisa ha diffuso una nota stampa. “Solo alcune doverose precisazioni in merito a quanto hanno sostenuto gli organizzatori della manifestazione, per ristabilire la verità dei fatti”, è la premessa del municipio; questo, invece, il testo.

1. Gli operatori di piazza del Duomo hanno assegnati spazi nella collocazione provvisoria di via Pietrasantina, nel parcheggio dei bus turistici, valida fino al termine dei lavori di restauro e di messa in sicurezza del Vecchio Spedale e delle mura perimetrali, dove avrebbero potuto esercitare la propria professione immediatamente dopo la rimozione delle bancarelle dalla piazza, anche in attesa di un’eventuale diversa collocazione provvisoria delle attività.

2. La collocazione in via Pietrasantina è stata convalidata da due pronunciamenti, del Tar Toscana e del Consiglio di Stato, che hanno respinto la richiesta di sospensione del provvedimento dirigenziale rivolta dagli operatori anche in forza della supposta inadeguatezza di quella collocazione: assunto dunque non riconosciuto dalla giustizia amministrativa.

3. Il Comune sta ultimando l’esame tecnico di una proposta alternativa, tramite una specifica Conferenza di servizi interna, per poi procedere al confronto con le altre istituzioni competenti per valutazioni dovute e per i diversi profili autorizzativi. Ciò avviene rispetto ad un’istanza presentata il 28 settembre 2013 e ad un progetto presentato il 25 ottobre 2013. In generale, ciò avviene dal momento in cui gli operatori hanno accettato di discutere ipotesi di divisione del mercato e di ridimensionamento delle superfici dei banchi, condizioni, queste, che non erano date prima dell’avvio della rimozione delle bancarelle dalla piazza del Duomo.

4. Parallelamente alle valutazioni in corso, deve procedere lo sviluppo della manifestazione d’interesse per la U.m.i. 1 del complesso dell’Ospedale Santa Chiara, l’area del dimesso Pronto Soccorso, per l’individuazione di un sito definitivo per la riorganizzazione delle attività commerciali e d’accoglienza dei turisti, già previsto nel Piano di recupero approvato dal Comune e in vigore. Ciò secondo la disponibilità data dai rappresentanti degli operatori il 9 agosto 2013 e confermata nella riunione di un’apposita Conferenza di servizi svoltasi con esito positivo il 20 settembre 2013.

Ogni confronto e ogni delicato percorso amministrativo, che può avvenire solo con la piena adesione alle leggi e alle regole, richiedono da parte di tutti gli interessati un atteggiamento responsabile, rispettoso degli interlocutori e della verità.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pisa

20131103-235959.jpg

You may also like

By