La Sds Pisana crea una rete di 21 nodi per la compilazione e consegna delle domande

Pisa  – E’ un’idea della Sds Pisana quella di creare una rete a maglie strette, con ben ventuno nodi, per fare in modo che nessuno degli aventi diritto possa essere escluso: per favorire il più possibile l’accesso al Rei (Reddito d’Inclusione), la prima misura nazionale di contrasto alla povertà assoluta entrata in vigore a dicembre e che si compone di un contributo economico mensile compreso fra i 187,5 euro per le famiglie mononucleari e i 539,82 euro per i nuclei più numerosi (almeno sei componenti) e di un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa che ciascuna famiglia dovrà sottoscrivere con i servizi sociali del territorio e il cui mancato rispetto può comportare anche la revoca del contributo.

Possono richiedere il Rei le famiglie con almeno un minore e quelle in cui è presente una persona con disabilità ma anche quelle nelle quali c’è una persona in gravidanza o un disoccupato con più di 55 anni. A patto, però, che il richiedente abbia un Isee in corso di validità non superiore a 6mila euro e un Isre (è l’indicatore del patrimonio disponibile familiare che si ottiene sommando tutti i redditi ad eccezione di quelli esenti, detrazioni e franchigie) non superiore ai tre mila, un valore del patrimonio immobiliare diverso dalla casa di abitazione non superiore ai 20mila euro e di quello mobiliare non maggiore di 10mila. Inoltre nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare di Naspi o altri ammortizzatori sociali per i casi di disoccupazione involontaria, possedere auto o moto immatricolati per la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta, né imbarcazioni da diporto.

“Abbiamo messo in piedi una rete di sportelli di consulenza e compilazione dei moduli e per la consegna delle domande sfruttando le strutture e gli uffici già esistenti dei comuni e dei presidi Asl in modo da  avvicinare il più possibile i servizi ai cittadini – spiega la presidente della SdS Pisana Sandra Capuzzi -: i 21 nodi della rete, 12 dei quali informativi e di consulenza sulla compilazione delle domande e nove per la consegna, infatti, sono distribuiti in tutti i comuni della zona. Crediamo, in questo modo, di essere andati incontro il più possibile alle esigenze dei cittadini, ma siamo pronti anche a fare tutte le modifiche che, strada facendo, si rendessero necessarie, per migliorare il servizio”.

La domanda, scaricabile anche su www.sds.zonapisana.it, può essere consegnata agli sportelli dei comuni di residenza. Per quanto riguarda la Zona Pisana, a fare da riferimento per la consegna della modulistica sono prevalentemente gli uffici comunali per i servizi sociali: a Pisa quelli di Palazzo Gambacorti (Via degli Uffizi , tel 800.12.12, l.ballantini@comune.pisa.it) tutte la mattine eccetto il sabato e la domenica dalle 8.30 alle 12.30 e il martedi e il giovedi pomeriggio dalle 15 alle 17; a Calci in Piazza Garibaldi 1, (tel. 050.939550; giovanna.valentini@comune.calci.pi.it) il lunedi, mercoledi e venerdi dalle 8.30 alle 12.30 e il martedi e il giovedi dalle 15.30 alle 17.30; a Cascina in Corso Matteotti, 90 (tel. 050.719312; r.falsace@comune.cascina.pi.it) il martedi dalle 9 alle 13 e il giovedi dalle 15 alle 16.30; a Crespina-Lorenzana in Piazza Cesare Battisti (tel.050.634734; m.gorreri@comune.crespinalorenzana.pi.it) il giovedi dalle 15.30 alle 17.30 e il venerdi dalle 9 alle 12.30; a Fauglia in Piazza Trento e Trieste, 4 (tel. 050.657304; m.bacchiet@comune.fauglia.pi.it) tutte le mattine dalle 9 alle 12 (eccetto i fine settimana) e il giovedi dalle 15 alle 16.30; a Orciano Pisano in Piazza del Municipio 1 (tel. 050.683018; a.rubechini@orcianopisano.pi.it) dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 12; a San Giuliano Terme in via Niccolini, 25 (tel.050.819333; lpalla@comune.sangiulianoterme.pisa.it), il martedi, giovedi e venerdi dalle 9 alle 12 e il martedi dalle 15 alle 17 e a Vecchiano in via Barsuglia, 182 – (tel. 050.910237; a.delsoldato@comune.vecchiano.pisa.it) dal lunedi al venerdi dalle 8.30 alle 12.30. Fa eccezione Vicopisano, comune in cui invece, i moduli possono consegnati (in via del Pretorio, 050.796504,nardo@comune.vicopisano.pi.it) il giovedi dalle 9 alle 13 all’Urp e il sabato dalle 9 alle 11 all’anagrafe. A Pisa e San Giuliano Terme, inoltre, possono essere presentate anche per raccomandata con ricevuta di ritorno (indirizzata a Protocollo Generale Comune di Pisa Lungarno Galilei, 41, Pisa nel caso di Pisa e indirizzata a Comune di San Giuliano Terme , via Niccolini, 25 – 56017 – San Giuliano Terme nel caso del secondo comune) e per posta elettronica certificata (comune.pisa@postacert.toscana.t specificando nell’oggetto “Richiesta Carta Rei” per quanto riguarda Pisa e comune.sangiulianoterme@postacert.toscana.it per San Giuliano Terme).

Dodici, invece, gli sportelli che offrono orientamento e consulenza finalizzata anche alla compilazione della domanda. Nei locali della sede di via Saragat 24 della SdS Pisana (tel.050.954016) è attivo uno sportello informativo ad hoc, aperto il giovedi pomeriggio dalle 15.30 alle 18, ma lo stesso tipo servizio a Pisa è assicurato dagli uffici di segretariato sociale dei presidi Asl di Marina di Pisa (via Flavio Andò, 050.954682, il lunedi dalle 9 alle 13), Cep (via Cilea, 050.954582/83, il venerdi dalle 9 alle 13), Poliambulatorio di via Garibaldi (050.959859, il martedi dalle 9 alle 13) e San Marco (via Pardi, 4, 050.954533, il martedi dalle 9 alle 12); a Cascina dal presidio Asl di Navacchio (Via Toscoromagnola 1919, 050.954706/10, il martedi dalle 9 alle 13), a Calci dal presidio di via Brogiotti, 27 (050.954825; il giovedi dalle 9 alle 12), a Crespina Lorenzana da quello situato nei locali della Misericordia di Cenaia (via Vittorio Veneto 1 a Fauglia da quello di via della Repubblica, 190 (050.954880, martedi dalle 9 alle 13), a San Giuliano Terme nei locali del comune di via Niccolini 25 (050.819250; il giovedi dalle 14.30 alle 17), Vecchiano in via della Rocca, 26 (050.954783/87/89/86/84, martedi dalle 9 alle 13) a Vicopisano da quello di via dei Mezzi, 12 (050.959302, il martedi dalle 9 alle 12).

Le domande raccolte sono consegnate all’Inps cui compete la valutazione sull’ammissibilità al beneficio e anche l’erogazione del contributo economico attraverso una carta prepagata. Finora nella Zona Pisana sono state consegnate 395 domande: il 62% a Pisa, il 24% a Cascina e il 10% a San Giuliano Teme.

By