La sinergia fra Pisa e Hangzhou. L’incontro per spiegarne i proficui scambi

Pisa – Si è svolto oggi, 6 Aprile 2017, l’incontro di accoglienza da parte di Pisa verso la città cinese Hangzhou. Quest’ultima ospiterà dal 18 al 22 ottobre 2017 le delegazioni delle città ad essa gemellate, avente come tema: “Innovazione e sviluppo delle città”.

In rappresentanza della delegazione di Pisa ci sono state vice sindaco Paolo Ghezzi, presidente del Consiglio Comunale Ranieri Del Torto, Simonetta Vecoli dell’Unione Industriali di Pisa, Giada Alì rappresentante dell’Istituto Confucio di Pisa nonché della Scuola Superiore S.Anna, Valeria Raglianti rappresentante dell’ufficio territoriale scolastico e Francesco Marcelloni delegato per l’internazionalizzazione dell’Università di Pisa.

Il vice sindaco si esprime con soddisfazione: “Siamo molto felici di poter continuare ad intrattenere i rapporti con la città di Hangzhou, ringrazio la delegazione cinese per l’invito, spero che questa possa essere un’occasione per rilanciare l’immagine delle città di Pisa e Hangzhou”. Parole cui fa eco Ranieri del Torto: “Il gemellaggio fra le nostre città non è solo formale ma coinvolge l’intera cittadinanza sia di Pisa che di Hangzhou, per questo oltre ad essere presenti i rappresentanti delle amministrazioni vi sono anche i soggetti delle città che le supportano”. Tian Jianhua vice direttore della Commissione Comunale per il servizio pubblico di Hangzhou: “Siamo molto felici di essere qui a Pisa, città che ha un valore storico-culturale importante ed è molto conosciuta anche in Cina per la presenza di molti siti Unesco tra cui spicca Piazza dei Miracoli e la Torre. Anche Hangzhou ha una storia millenaria, esiste infatti da 2000 anni e come Pisa ha una Torre che è molto famosa in Cina: la Pagoda di Hangzhou, e una Scuola Normale. Marco Polo quando venne ad Hangzhou 800 anni fa disse che era la città più bella che avesse visto”.

L’evento ha visto l’ampio dialogo sul Commercio Elettronico e Smart City: Giada Alì della Scuola Superiore S.Anna: “La nostra scuola ha raggiunto dei risultati importanti a livello mondiale nel campo dell’Innovation, sarebbe interessante intrattenere dei rapporti con l’Università di Hangzhou  che portano al gemellaggio”. Simonetta Vecoli rappresentante dell’Unione Industriali di Pisa: “Esprimiamo la volontà di collaborare con le aziende cinesi magari partecipando a delle fiere per darvi un’idea di cosa fanno e come lavorano le industrie pisane”.

Francesco Marcelloni dell’Università di Pisa ha ricalcato: “L’Università di Pisa è tra le più antiche d’Italia, è stata l’Università di Galileo Galilei e ben tre Premi Nobel hanno studiato da noi. Relativamente alle Smart Cities c’è un laboratorio distribuito su tutto il territorio italiano e a Pisa c’è la sede del direttore. Tra l’altro a Pisa è nata Computer Science che si occupa di Innovation ed e-commerce. Saremmo molto interessati allo scambio tra studenti, come l’Erasmus, e alla creazione di percorsi congiunti”.

Tian Jianhua risponde: “Saremmo molto felici se potessimo iniziare una collaborazione con la Scuola Superiore S.Anna, siamo molto impressionati dalla storia dell’Università di Pisa, fucina di talenti, e saremmo ben lieti se riuscissimo a fare sia scambi tra studenti che percorsi congiunti. Infine accogliamo volentieri tutte le realtà industriali pisane che vogliono collaborare con noi. Hangzhou dal punto di vista industriale è molto sviluppata, faremo in modo che le aziende di Pisa e le nostre abbiano dei contatti diretti. Hangzhou è una città che conta 9 milioni di abitanti, il cui volume d’affari del 2016 si è aggirato intorno ai 60 miliardi di dollari, per questo siamo aperti alla collaborazione con associazioni e unioni di industriali”.


By