La tenuta di San Rossore fuori dal Parco?

PISA – L’ex tenuta presidenziale di San Rossore a Pisa potrebbe essere separata dal Parco e inserita in una gestione unica di un’Agenzia agroforestale regionale insieme ad altre aree di pregio della Toscana.

La proposta è della Regione ed è contenuta in un provvedimento collegato alla Finanziaria regionale per il 2013, ma non convince i consiglieri comunali pisani che stamani hanno incontrato per una seduta della seconda commissione comunale di garanzia, il presidente del Parco, Fabrizio Manfredi. “In questo modo – ha spiegato il presidente della commissione, Giovanni Garzella (Pdl) – la Tenuta sarebbe di fatto allontanata dal resto della città”.

E forti perplessità sono state espresse anche dai consiglieri comunali di Pd, Fli, Sel e Prc presenti all’audizione. Attualmente la Tenuta è parte integrante del parco regionale San Rossore-Massaciuccoli, che si estende per oltre 24 mila ettari dal porto di Viareggio (Lucca) allo Scolmatore di Livorno, nonché la sede degli uffici di direzione del parco stesso. Manfredi, relazionando i consiglieri, ha anche riferito le attività del Parco e delle sue prospettive future, dalla salvaguardia dell’ambiente e della sua biodiversità, alla necessità di una maggiore fruizione del Parco per tutti i cittadini fino a una sua maggiore appetibilità turistica, al punto che l’estate scorsa lo stesso Manfredi aveva lanciato l’idea di trasformare la Tenuta stessa in un resort turistico di lusso.

By