La Teseco mette in Mobilità tutte le maestranze

PISA – Giovedì presso il Ministero del Lavoro è stata siglata tra Azienda e Cgil la mobilità per tutti i lavoratori della Teseco dopo un lungo periodo di Cassa Integrazione. Un accordo difficile che desta parecchia preoccupazione tra i lavoratori, i sindacati e le istituzioni.

Ieri pomeriggio l’assessore Forte ha incontrato un folto gruppo di lavoratori, , accompagnati dal Sindacato, a cui va la piena solidarietà delle istituzioni per questo momento difficilissimo: “La delusione e la preoccupazione tra i lavoratori era netta ed evidente, lavoratori e sindacati che hanno mantenuto al momento un posizione di grande responsabilità considerata l’attività dell’azienda e la procedura aperta – prosegue – noi faremo il possibile e ribadiamo la nostra piena disponibilità per incontrare eventuali nuove aziende interessate, chiedendo al dott. Lang (responsabile della procedura) di lavorare come fatto fino ad ora, per una risoluzione positiva di una vertenza lunga e complicata, cercando di ottenere il miglior risultato possibile verso i lavoratori e la continuità aziendale, presupposto indispensabile tra l’altro per la continuità dell’attività lavorativa”

L’auspicio è infatti quello di trovare un soggetto industriale in tempi rapidissimi (entro il 24 novembre) per poter fermare la procedura di mobilità siglata ieri, salvare la continuità aziendale, preservare il maggior numero di posti di lavoro possibili (ritiro della mobilità subito per una parte) e prospettare un rientro successivo di tutta la forza lavoro. Ancora l’assessore Forte: «Al momento non vogliamo considerare scenari diversi perché crediamo ci possa essere una via d’uscita anche solo per la storia rappresentata della Teseco, le grandi competenze presenti sul territorio, un tessuto innovativo molto forte e reattivo ai cambiamenti».

By