La Torre in alabastro in volo verso Tokyo

PISA – La Torre in alabastro, la più grande opera d’arte in alabastro al mondo, parte per il Giappone. L’Opera è già stata ambasciatrice di Pisa e della Toscana nel mondo: dopo la prima uscita del 2011 a Mosca, nel 2015 è volata a San Francisco.

La Torre, 3 metri di altezza per una tonnellata di alabastro e 25mila tasselli, dopo l’esposizione in Sala delle Baleari, lunedì 3 ottobre è stata smontata in 16 parti, imballata in casse di legno rivestite di pellet, trasportata tramite una gru su un mezzo diretto a Malpensa, dove prenderà il volo per Tokyo. L’intero trasporto è affidato allo spedizioniere internazionale Piero Pampana della Eurotrans Global Logistic. In Giappone, presso il Tokyo Dome City, la Torre sarà rimontata dagli alabastri ed esposta per 4 mesi.

“Dopo un lungo periodo di esposizione in Sala Baleari – ha dichiarato il vicesindaco con delega al turismo Paolo Ghezzi – la Torre in alabastro, proprietà dell’Opera Primaziale che l’ha gentilmente concessa, si appresta ad un lungo viaggio verso il Giappone. Un simbolo di eccezione per la promozione dell’intera Toscana in un contesto progettuale che prevede la presenza di aziende del settore, di momenti ufficiali di presentazione dei territori e dei loro prodotti, di un lavoro già avviato con le scuole di Tokyo per diffondere la conoscenza dello stile Romanico Pisano. Dopo il progetto gemello del 2015 a St. Francisco, si concretizza, adesso, anche questa nuova opportunità verso i mercati orientali e, successivamente, negli Emirati Arabi. Un modo efficace per fare promozione turistica verso mercati di grande interesse per la Toscana e per offrire alle aziende pisane opportunità di sviluppo. Mi auguro che questo dinamismo della parte pubblica possa essere di stimolo per tutti gli operatori turistici del territorio pisano affinché la nostra città sappia sviluppare sempre più efficacemente strategie competitive e un senso di accoglienza adeguato al mercato turistico del terzo millennio.”

La sua permanenza in Giappone da novembre a febbraio presso il Tokyo Dome City, si inserisce nell’ambito delle iniziative per il 150 anniversario della firma del Trattato di amicizia e di commercio tra l’Italia ed il paese del Sol Levante. Iniziative di scambio culturale tra Pisa ed il Giappone, che sono già in atto grazie all’esposizione en plein air delle opere del grande artista contemporaneo Kan Yasuda delle principali piazze e strade di Pisa. In programma in Giappone appuntamenti, conferenze e iniziative volte a costruire rapporti commerciali, legami culturali e ad ampliare il bacino di turisti, oltre al concorso scolastico “Pisan Romanesque Meets Contemporary Japan”, rivolto a studenti delle Università di Tokyo per la realizzazione di elaborati ispirati al romanico pisano. Durante la presenza della Torre a Tokyo verrà premiato il migliore elaborato, ed il docente del gruppo di studenti vincitori sarà ospitato a Pisa per il Giugno Pisano 2017: proprio Kan sarà uno dei giudici del concorso.

By