L’Ad del Teramo: “Stimo il Pisa e Lucchesi, ma oggi inizia il nostro campionato e dobbiamo vincere”

PISA – A poche ore dalla sfida contro il Teramo parla in esclusiva a Sesta Porta/Pisanews l’ad del Teramo Giuseppe D’Aniello.

di Maurizio Ficeli

La vittoria nel derby provinciale con il Tuttocuoio ha lasciato nell’ambiente nerazzurro grande entusiasmo, anche per l’imbattibilità della squadra di Ringhio Gattuso, ma non c’è tempo per rilassarsi un attimo, in quando oggi il Pisa scendera in campo al “Bonolis” contro il Teramo, che è riuscito ad azzerare la penalizzazione di 6 punti ed ora riparte da zero con grande determinazione.

Grazie per aver accettato l’invito della nostra testata. Partiamo dalle vicende di questo Teramo. Cosa può dirci in merito?

“È stata un estate unica e rara, anche se io sono arrivato qui a Teramo dopo i noti fatti di Dirty Soccer. È stata una grossa delusione, dopo aver stravinto il campionato.Pero’io cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno e per come avrebbe potuto finire dopo ci teniamo stretti questa categoria cercando di vincere nuovamente questo campionato”

La tifoseria come ha reagito a queste vicende?

“I tifosi biancorossi ci stanno veramente dando una grossa mano, hanno sottoscritto 550 abbonamenti e ciò è sinonimo di amore infinito. Non era facile reagire ad una batosta del genere, raggiungere il Paradiso e poi vederselo togliere. C’è anche tanta rabbia che tutti noi speriamo di trasformare in energia positiva. La squadra poi è rimasta invariata con la stessa ossatura tranne il terminale finale”.

Che giudizio dà del Pisa che tra poche ore affronterete?

“Ho una grande considerazione per il blasone del Pisa, poi conosco il Presidente Fabrizio Lucchesi che io considero un grande maestro di cui ho molta stima ed anzi sono stato contentissimo che il Pisa sia stato preso da lui. È un onore per noi poter giocare contro il Pisa, che rappresenta anche una delle piu belle città d’Italia. Dispiace solo che tale partita sia infrasettimanale, perché con tale orario non potrà permettere a molti tifosi teramani ed anche pisani di essere presenti”.

Ma cosa temete in particolare della squadra di Mister Gattuso?

“Del Pisa temiamo un pò tutto, perché chi indossa quella maglia da sempre qualcosa in più. Poi conosco Mister Gattuso e le individualità come Lupoli, che ho avuto quando ero al Varese”.

Dopo questa bella chiacchierata, vuol concludere con un auspicio?

“Spero anzitutto, che venga fuori una bella partita ed un match con valori importanti fra due squadre di categoria superiore. Sicuramente noi abbiamo bisogno di far punti ed avendo azzerato la penalizzazione di sei punti il nostro campionato inizia proprio mercoledi prossimo con il Pisa. Inoltre confidiamo che la giustizia sportiva ci riduca ulteriormente la penalizzazione”.

By