L’amministrazione comunale di Bientina finanzia due progetti importanti per i giovani tra i 18 e i 35 anni

BIENTINA – E’ con orgoglio ed entusiasmo, che il primo cittadino di Bientina, Corrado Guidi ha presentato questa mattina il progetto “Prospettiva Giovani”, voluto dall’amministrazione comunale di Bientina per sostenere i giovani residenti nel comune da almeno due anni nel percorso verso l’autonomia dalla famiglia di origine. Il progetto si sviluppa su due temi caldi di questo percorso: “Buono Casa” e “Sviluppo & Occupazione”.

di Elena Paletti

veronica-edyQuesto progetto era stato annunciato qualche tempo fa e grazie anche all’aiuto prezioso alla Dott.ssa Veronica Stelitano responsabile PO area affari generali e legali che comprende la Pubblica Istruzione e il Sociale e la Dott.ssa Evy Cigni responsabile del procedimento Pubblica Istruzione e Politiche Sociali, siè potuto attuare.
“Il titolo di questo progetto è chiaro: Prospettiva Giovani -dice Corrado Guidi – l’amministrazione comunale di Bientina finanzia due progetti importanti per i giovani tra i 18 e i 35 anni, finanziamo un buono casa rivolto al giovane che decide di abbandonare il nucleo familiare di origine e ha un contratto di affitto o ha un compromeso: noi finanziamo 150 euro al mese per due anni. Non sono cumulativi, questo finanziamento è legato al contratto. Sono 1800 euro l’anno che diventano una sicurezza anche per il locatore.

corrado1Il secondo bando tratta il tema dello sviluppo e dell’occupazione, sempre di più avere un curriculum con una formazione importante è necessario per trovare un buon lavoro, noi diamo fino a 1000 euro a fondo perduto per corsi di formazione riconosciuti.”
Un corso di formazione indetto dall’Univerità oppure da agenzie formative riconosciute, in modo che sia ben spendibile. Il bando è aperto a tutti, ad esempio a giovani che vogliano accedere a corsi iper barman, pizzaiolo, ma anche per master post laurea.

“Ad esempio un master ad indirizzo pedagogico che si svolge presso l’università di Firenze, ha un costo di 2000 euro: per ogni studente residente a Bientina che lo vuole frequentare, saranno erogati 1000 euro, e questo non è proprio banale”

“Voglio dire due cose politiche – prosegue Corrado Guidi – prima cosa : noi non pensiamo di poter risolvere i problemi dei giovani, ma nemmeno vogliamo essere classificati come i complici di coloro che non fanno niente, o di quelli che voltano le spalle o fanno finta di non leggere le statistiche che vedono i giovani sempre più in difficoltà nel trovare casa o trovare lavoro. Noi non siamo complici e cerchiamo nel nostro piccolo di fare il nostro dovere come abbiamo fatto per i buoni salute: non è che pensavamo di risolvere i problemi della sanità in Italia, a Bientina ci si cura e anche chi non ha i soldi può curarsi.
L’altra cosa che volevo dire, questo è il vero Fertility Day: tutti parlano di questo argomento, cercano di mettersi d’accordo, ma se non si dà una casa e non si dà una prospettiva di lavoro, è difficile convincere i giovani a fare figli ed è inutile fare grandi campagne sulla famiglia, sulla fertilità femminile, sul non trascurare i tempi del lavoro, io penso che il governo debba fare di più di quanto non abbia fatto negli ultimi dieci anni sui congedi parentali, sulla condivisione tra tempi di lavoro e tempi della famiglia, questa iniziativa va incontro a questo, ci proviamo da amministrazione locale di 8 mila abitanti, pensate che simili bandi li abbiamo visti a Milano!
Questo è in prospettiva un andare incontro alle esigenze future dei giovani e della famiglia, con questi progetti intendiamo anche dare un idea di ente locale che si occupa di temi forse un pò più grandi di lui.”

” Tra i due bandi, casa penso che abbia più appeal il buono casa: se partecipassero 10 – 15 giovani sarebbe già un gran successo per noi. Circa i corsi di formzaione la cosa è piu delicata perche dobbiamo vincere un altra paura e ritrosia che è tipica del giovane italiano, la formazione spesso lascia a desiderare spesso i curriculum dalle aziende italiane non sono letti ci si basa più sulla conoscenza diretta o sulla capacità di lavoro e non la capacità di pensiero.

In questa edizione non avremo molte adesioni -conclude il Primo Cittadino-, avremo il boom il prossimo anno perchè si replicherà a marzo e a settembre. Il bando sta aperto un mese ed è prevista la replica ogni sei mesi.

By